Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Questo cane senza muso trova finalmente una famiglia. La storia è commovente


La Special Needs Animal Rescue and Rehabilitation statunitense ha fatto un salvataggio davvero fuori dal comune. Stiamo parlando del caso “Anubis”, un cane nero, recuperato in Egitto dai volontari, al quale manca una parte di muso.

La storia del cane è molto triste, poiché a ridurlo così, non è stata una malattia genetica, ma un essere umano. Un umano crudele, spietato e senza cuore che gli ha tagliato via la museruola che indossava.

Pare che il cane fosse di guardia ad una proprietà e quando qualcuno ha fatto irruzione in essa, il cane è stato liberato dalla museruola in fretta e furia con un coltello, probabilmente per farlo “reagire” contro l’invasore. Anubis però non era un cane feroce e non ha fatto il suo “dovere”. L’umano che lo aveva ha quindi infierito con maltrattamenti, fino poi a disfarsene e lasciarlo per la strada.

Otto anni Anubis ha vissuto come randagio, per le caotiche e trafficate strade egiziane: ha imparato a mangiare da solo, vivo per miracolo, dopo che aveva perso molto sangue ed era stato menomato.

Oggi Anubis ha filmante una famiglia: è stato trasportato fino gli Stati Uniti, dove una famigli amorevole se ne prenderà cura per sempre.

Le migliori tariffe per i nostri lettori. Risparmio Assicurato

Per tutti i lettori di Dog.it le migliori tariffe per viaggi vacanza o viaggi di affari

 

Leggi anche:

Cane offre da bere a cucciolo di Koala senza mamma e lo coccola

dogitpanel

Orlando Bloom ha smarrito il suo cagnolino: “Aiutatemi, ho il cuore spezzato”

Monica Nocciolini

Aspetta 6 mesi davanti all’aeroporto dove è stato abbandonato. Il cane Bumer commuove il mondo

Monica Nocciolini

Uomo muore per strada: il suo cane non riesce a staccarsi da quella triste panchina 

dogitpanel

Tre cani abbandonati in una cantina, due sopravvivono costretti col compagno morto

Monica Nocciolini

Il vet dà un cioccolatino prima dell’eutanasia: “Nessun cane dovrebbe andare in Paradiso senza averne assaggiato uno”

Monica Nocciolini