Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Comportamento Razze di cani

Cani poco impegnativi: quale razza vince il primato? 

Cani poco impegnativi

Nel momento in cui si decide di condividere la propria vita e le mura di casa con un animale domestico, è necessario essere pienamente consapevoli di ciò che ne conseguirà. Cani poco impegnativi, esistono?

L’amore che riceveremo sarà incredibile e indimenticabile, ma c’è una contropartita.

A differenza del gatto, molto più solitario e indipendente, il cane necessita di attenzioni e di movimento.

È vero però che ogni razza canina possiede caratteristiche differenti.

Così come ogni singolo individuo.

Il che significa che alcune razze, per determinate caratteristiche psicologiche e comportamentali, sopportano meglio la solitudine, abbaiano di meno, necessitano di minori attenzioni e cure.

E dunque, per quelli che conducono una vita frenetica senza troppo tempo a disposizione, ma che comunque non vogliono rinunciare ad adottare un peloso, ci sono alcuni cani poco impegnativi da avere in casa.

Uno in particolare: scopriamo qual è!

È lui il primo tra i cani poco impegnativi

Prima di svelare la razza meno impegnativa per la vita da appartamento è bene però precisare un aspetto fondamentale.

TUTTI gli animali da compagnia necessitano di amore, tempo e attenzione. A prescindere dalla loro razza, e dal fatto che possano essere considerati più o meno “dipendenti”.

Detto questo, dagli studi effettuati, una delle razze meno impegnative è l’American Staffordshire Terrier.

E ciò per alcuni aspetti sia fisici che caratteriali di questo esemplare.

A livello fisico, il pelo corto è fondamentale: non possedendo, infatti, una pelliccia folta, la muta non sarà cospicua e i peli da pulire saranno pochissimi.

È inoltre un animale dalla stazza resistente, e quindi, a meno di particolari situazioni, non richiede controlli frequenti (a parte, ovviamente, quelli periodici).

Per quanto concerne gli aspetti caratteriali, è da notare la capacità di restare molto tempo da solo senza soffrire la sindrome di abbandono.

Inoltre non è per niente rumoroso: non abbaia quasi mai, se non per segnalare delle situazioni di emergenza.

E infine, pur trattandosi di un cane socievolissimo, è anche piuttosto indipendente.

Tutto questo contribuisce a rendere l’American Staffordshire Terrier il primo tra i cani poco impegnativi coi quali condividere la vita e la casa…

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)
error: © copyright dog.it