Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Professioni

Veterinario comportamentalista

Veterinario comportamentalista

Veterinario comportamentalistaI cani sono animali particolari e, un po’ come gli esseri umani, potrebbero soffrire di diversi problemi a livello psicologico. Ad esempio, potrebbero avere grosse difficoltà ad adattarsi alla vita in famiglia e al rapporto con i bimbi, oppure potrebbero dimostrarsi troppo aggressivi o soggetti ad ansie e fobie immotivate. Quando un animale soffre di questi problemi, non è detto che la causa sia uno scorretto comportamento del padrone: potrebbe dipendere dal cane stesso, e dunque tutto ciò richiede sempre le cure di un professionista del settore. Ecco perché oggi vedremo chi è e cosa fa il veterinario comportamentalista.

Chi è il veterinario comportamentalista?

Il veterinario comportamentalista è un vero e proprio medico, che si occupa della salute mentale dei cani. Il nome di questa professione, dovrebbe già darti più di un indizio: questo medico, infatti, si occupa di analizzare i comportamenti di un cane per sottolineare eventuali problemi, che causano o potrebbero causare la sua e la altrui infelicità. Proprio come l’educatore cinofilo, assiste alla vita casalinga del cucciolo, ma in questo caso per concentrarsi sui suoi atteggiamenti e su come interagisce con gli altri.

Cosa fa il veterinario comportamentalista?

Il veterinario comportamentalista analizza le routine di un cane, per definire con precisione quali sono i problemi che lo coinvolgono. Problemi che potrebbero essere ad esempio una spiccata aggressività, una o più paure recondite (fobie), oppure la difficoltà nell’interagire con le persone. Essendo un autentico medico, il veterinario comportamentalista traccia un profilo psichiatrico del cane, e si assicura che i problemi non dipendano da cause patologiche: in questo caso, entra in gioco il veterinario. Infine, se dipendono da cause mentali, il medico comportamentalista definisce un percorso di cura e può anche prescrivere dei farmaci.

Come diventare veterinario comportamentalista?

Essendo un mestiere molto delicato, la laurea in medicina veterinaria è un obbligo assoluto. Inoltre, esiste anche un vero e proprio ordine professionale che regola questa disciplina, al quale dovrai iscriverti: la FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani). Infine, dovrai anche frequentare un master specializzante in veterinaria comportamentale.

Leggi anche:

Cani antibracconaggio: quando Fido interviene nella salvaguardia di altre specie…

Giuseppina Russo

Dog trekking, altro che una semplice passeggiata!

Giuseppina Russo

Addestramento alla ricerca di esplosivi per cani poliziotto

Giuseppina Russo

Dog Agility

dogitpanel

“Pet Influencer”: la nuova moda dei cani fashion blogger

Giuseppina Russo

Massaggiatore per cani

dogitpanel