Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Addestramento Educazione Professioni

Ecco a voi la Rally Obedience, una disciplina per tutti!

L’abbiamo definita per tutti in quanto la Rally Obedience (o Rally-O) nasce per cani di razza e non, a differenza della classica Obedience, di cui pure rappresenta una recentissima variante, che invece è aperta solo a razze riconosciute.

I prerequisiti sono un’età non inferiore ai 6 mesi e la buona salute.

Conosciamo più da vicino le caratteristiche della Rally Obedience…

Regole e scopi della Rally Obedience

Fondamentale per la partecipazione a questa disciplina è la collaborazione tra cane e conduttore, che devono dimostrare affiatamento e attenzione reciproca.

Gli esercizi di obedience vengono effettuati su un percorso che prevede varie stazioni (rally, appunto) dove sono collocati dei cartelli con gli esercizi da svolgere.

La difficoltà cresce al procedere delle classi, che risultano così suddivise:

  • L1 (esordienti): comprende gli esercizi dal numero 1 al 32 più Start e Finish, che vanno eseguiti in massimo 6 minuti
  • L2: in questo caso si hanno 2 minuti per svolgere gli esercizi dal numero 1 al 48 (più Start e Finish)
  • L3: gli esercizi vanno da 1 a 63 (più Start e Finish), da concludersi al massimo in 2 minuti.

I punteggi sono così articolati:

  • Eccellente: punteggio maggiore di 191
  • Molto Buono: punteggio compreso tra 180 e 190
  • Buono: punteggio compreso tra 170 e 179
  • Q. per punteggi al di sotto di 170.

Ogni binomio inizia la gara con un punteggio di 200 al quale vengono sottratti punti in caso di errori.

Per passare dalla classe L1 alla L2 occorre la valutazione di “eccellente”. Dopo 3 “eccellente” si deve obbligatoriamente passare alla classe successiva.

Mentre per il passaggio dalla classe L2 alla L3 occorrono 2 “eccellente” con 2 giudici differenti.

Le prove si caratterizzano anche per il movimento continuo della coppia.

E per il fatto che il percorso tra una stazione e l’altra deve essere effettuato in condotta (se non specificato diversamente).

Tuttavia l’aspetto che più ci piace e ci preme ricordare è che durante gli esercizi di Rally-O si incoraggia la gratificazione, vietando invece correzioni fisiche e verbali.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)