Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Distributori di acqua e cibo per i cani randagi? Ci pensa la polizia

C’è un posto, nel mondo, dove la vita dei cani randagi – pur grama – è però resa più leggera dalla polizia. Questo posto nel mondo è la città peruviana di Tacna. Lì i cani di strada sono in pericolo costante. E’ costume dei molti che li detestano di avvelenarli con acqua o cibo in cui vengono disciolte o impastate sostanze tossiche e letali.

Ed ecco che la polizia ha preso l’iniziativa. Vicino a tre stazioni delle forze dell’ordine sono stati installati distributori di cibo e di acqua. Cibo sano, acqua buona a cui i cani possono attingere a piacimento sicuri che non capiterà loro niente di male. Per i cani randagi il fatto di sapere di poter trovare nutrimento e acqua a volontà rappresenta un deterrente dall’accettare bocconi da chicchessia. Così, molti meno perdono la vita per strada avvelenati da mani nemiche.

I distributori sono dispenser tubolari allungati che si riempiono via via che vengono svuotati per banale forza di gravità. Il primo dispenser è stato installato nell’ottobre 2017 ed è stato un successo. I cagnolini fanno un gran via vai, vicino alle stazioni di polizia, per rifocillarsi in perfetta sicurezza.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)

Leggi anche:

Tre cuccioli nel torrente in un sacchetto di plastica, nati per morire

Monica Nocciolini

Abbandonato nel mare ghiacciato di Russia, il cane aspetta la ‘sua’ nave per due mesi

Monica Nocciolini

Otto cani e due cuccioli liberati dal casolare degli orrori a Martina Franca. Un cucciolo non ce l’ha fatta

Monica Nocciolini

Reso cieco da chi non l’ha curato e poi l’ha abbandonato, nuova vita per il cane Louis

Monica Nocciolini

Cani neonati lasciati a morire in pasto alle mosche. Una respirava, però poi non ce l’ha fatta

Monica Nocciolini

Preso a botte dal suo proprietario, il cane gli viene restituito. E scatta la petizione

Monica Nocciolini
error: © copyright dog.it