Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Torturato a morte e impiccato: sulla tomba del cane Angelo sboccia un fiore. A Foggia apre la Casa per 4 zampe sfortunati

Era il 2017. In provincia di Cosenza, a Sangineto, quattro giovani torturano a morte un cagnolone bianco, randagio, e poi lo impiccano per finirlo. Filmano tutto. Postano su Facebook quel video in cui sghignazzano delle grida di dolore e paura di quel cane.

Quel cane è stato chiamato Angelo. La sua barbara uccisione un simbolo. I quattro sono finiti a processo e condannati. Oggi da tutto quello strazio nasce un fiore. Nel pieno centro di Foggia apre La casa di Angelo, un luogo d’amore destinato alla cura e al recupero di animali in difficoltà che poi possono essere adottati.

Il progetto è nato con l’autorizzazione e la collaborazione istituzionali e delle autorità sanitarie, ma a dargli gambe – pardon: zampe – sono volontari dell’associazione Guerrieri con la Coda che si occupano di salvare dalla strada cani malati, curandoli e cercando per loro una famiglia e tanto amore. Contro l’odio patito da Angelo e da troppi altri come lui, l’amore può.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
4.26 / 5 (1021 voti)

Leggi anche:

Anche i cani, nel loro piccolo, si stressano. Col lockdown aumentati i morsi

Monica Nocciolini

Cane massacrato di botte, finito con uno sparo in faccia e scaraventato giù da un burrone

Monica Nocciolini

Con l’ascia per liberare il cane agonizzante chiuso in auto

Monica Nocciolini

Vendi il cane e scappa, sventata truffa online

Monica Nocciolini

Fa strage di cuccioli, lo incastrano i carabinieri

Monica Nocciolini

Il cane abbaia, il vicino gli spara. Arrestato

Monica Nocciolini