Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Il suo umano è morto nel crollo in miniera, ma il cane non lo sa e ogni giorno lo aspetta piangendo

Il suo umano è morto nel crollo della miniera. E’ uno dei sette operai rimasti vittime del collasso del sito estrattivo in Coahuila, in Messico, il 4 giugno 2021. Sì ma il cane non lo sa, quindi per giorni ha percorso chilometri recandosi dove il suo familiare – il signor Gonzalo Cruz, 53 anni – al mattino lo salutava per entrare nelle viscere della terra. Il povero Cuchufleto, così si chiama il cagnolino, era stato adottato da Gonzalo da 6 mesi. Non se ne separava mai.

Nei primi due giorni dopo il crollo fatale, il cane non ha fatto che scavare e fiutare il cunicolo d’accesso, nel punto dove era rimasto sepolto Gonzalo. Poi, quando la salma è stata estratta, Cuchufleto disperato si è messo ad attenderne comunque il ritorno davanti a casa. Per tre settimane ha rifiutato il cibo, accettando di buon grado solo l’acqua e nutrendosi di pochissimi bocconi.

La sua dimostrazione di devozione, che molto ricorda quella del cane giapponese Hacicko, raccontata dall’emittente 15 Sabinas adesso sta facendo commuovere i media internazionali e il web. Cuchufleto accompagnava il suo umano ogni giorno fino alla miniera da quando lui lo aveva tolto dalla strada. Ora piange, piange disperato la sua assenza. Non è solo. Sandra, la moglie di Gonzalo, è lì e lo tiene con sé. Ma il cane è in lutto, piccolo cuore di cane.

Tras la tragedia minera ocurrida en la comunidad de Rancherías, Coahuila, la historia de la mascota del minero Gonzalo Cruz Marín, causo admiración por propios y extraños, ya que el perro del minero que perdió la vida. Desde el día del siniestro no se separó de la boca mina, en espera de la salida de su amo…, algo que no sucedió. Hoy “Cuchufleto”, ha dejado de comer y esta triste, así lo relata entre lágrimas la viuda de Gonzalo, la Sra. Sandra Idalia Briseño.

Pubblicato da 15 Sabinas su Martedì 15 giugno 2021

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
1 / 5 (1 voti)
error: © copyright dog.it