Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Il negozio vende materassi, ma uno lo lascia fuori per far dormire i cani randagi

A vederli così, accoccolati su un morbido materasso nuovo di pacca, sembrano i testimonial di una pubblicità. E in effetti la reputazione del negozio alle loro spalle, in Turchia, è cresciuta non poco grazie a quei cani assopiti. Il titolare di quel negozio di materassi e articoli per la camera da letto, infatti, ha fatto una scelta divenuta popolare: lasciare uno dei suoi materassi fuori dal punto vendita per farci riposare, soprattutto la notte, i cani randagi. Loro ne approfittano anche di giorno, e il gesto in poco tempo ha assicurato a quel negozio la notorietà e la gratitudine di tutti gli amanti degli animali.

La scena di due cani appisolati sul materasso è stata immortalata la prima volta da un passante, a Istanbul. Protagonista del gesto altruistico è il proprietario di un’azienda che vende articoli per la casa come biancheria da letto, divani, tende e materassi. E proprio un materasso è l’articolo quotidianamente posizionato all’ingresso del negozio per far dormire al caldo e sul morbido i cani senza casa.

Il materasso è protetto dalla plastica, così eventualmente neppure si rovina. Lo scatto, postato dal dottor Cem Baykal su suo profilo Twitter, ha fatto il giro del mondo. Nella strada apprezzano: si tratta di una zona agiata in cui molte persone donano acqua e cibo ai randagi, cani e anche gatti. Nessuno però finora aveva pensato alla maxi cuccia.

Leggi anche:

Cagnolina incinta trovata senza vita, petizione per inasprire le pene ai colpevoli

Monica Nocciolini

Cane devoto veglia per settimane l’amico umano che si è tolto la vita implorando aiuto

Monica Nocciolini

In fuga da botti e tuoni, il cane Jack si perde a Capodanno

Monica Nocciolini

Cagnolino trovato legato ad un albero: salvataggio estremo

dogitpanel

Curiosità sui cani: quello che probabilmente non sai di loro!

Giuseppina Russo

Cerca un cane da adottare, ritrova il suo rubato l’anno prima

Monica Nocciolini
error: © copyright dog.it