Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Abbandonata e investita da un pirata della strada, Leila continua a credere nell’amore. “Adottatemi!”

storie di cani: leila

Quella che stiamo per raccontarvi è la storia della povera Leila, una cagnolina di 4 anni, abbandonata su una strada siciliana, investita e ridotta in paralisi sulle zampe posteriori.

Dopo infatti essere stata abbandonata, la povera cagnolina è stata vittima di un pirata della strada, trascinata per metri sull’asfalto e lasciata moribonda e paralizzata sul ciglio della strada.

Soccorsa da alcuni volontari, Leila si è salvata ed è stata visitata da un veterinario. Successivamente è stata portata al canile di Enna anche se per le sue zampe non c’è stato nulla da fare.

Leila ha dovuto così rinunciare a correre libera e spensierata, ma non ha perso l’entusiasmo per la vita e la voglia di essere affettuosa verso chi le è vicina.

I suoi occhi continuano a sperare che qualcuno possa innamorarsi di lei e adottarla al più presto. Non ha nulla che gli altri cani non abbiano, è autonoma nei suoi bisogni, ed è sterilizzata.

Attualmente si trova in Sicilia, in provincia di Enna, ma è disposta a raggiungere chiunque.

Per informazioni contattare Patrizia al numero 3475063855.

Credits: @Alessandra Gli Ultimi / Facebook

Le migliori tariffe per i nostri lettori. Risparmio Assicurato

Per tutti i lettori di Dog.it le migliori tariffe per viaggi vacanza o viaggi di affari

 

Leggi anche:

Tradito da quello che credeva essere il suo umano per la vita, la foto di questo cane ci spiega l’abbandono

Stefania Di Carlo

Doveva essere preso a martellate, il cucciolo ora ha una nuova casa

Monica Nocciolini

Adozione per Apple: il suo papà è in ospedale e lei finisce per strada

aggiornamenti

Si affaccia dal giardino e lancia la pallina ai passanti per giocare. Il cane Riley diviene una celebrità

Monica Nocciolini

Il cane disperso salvato dai vigili del fuoco si riposa all’ombra del loro elicottero

Monica Nocciolini

Fido per 14 anni consecutivi ha atteso il suo umano alla fermata della corriera

Michele Urbano