Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Cura

Ecco come comportarsi se il cane respira male

il-cane-respira-male

Un cane a riposo compie generalmente tra 20 e 34 atti respiratori al minuto, mentre la frequenza aumenta in caso di attività fisica (come una corsa al parco), calore eccessivo, stress.

Dunque se un cane respira male e nessuna di queste evenienze si verifica è necessario approfondire.

Tutti gli animali possono andare incontro a problemi respiratori, di qualunque razza o età siano, ma poiché si tratta di un problema potenzialmente letale, è indispensabile recarsi quanto prima dal veterinario di fiducia per un controllo.

Questi, accanto all’auscultazione, potrebbe anche osservare il colore delle gengive, che se blu rivela una carenza di ossigenazione.

I sintomi da considerare quando il cane respira male

I problemi respiratori nel cane possono dipendere da malattie delle vie respiratorie, ma anche da altre che interessano parti del corpo completamente diverse.

Proprio dall’origine del problema, e dalla sua gravità, dipendono i sintomi che si palesano.

Le difficoltà respiratorie nel cane possono classificarsi in due tipi fondamentali:

  • respirazione faticosa o dispnea (che può riguardare o solo l’inspirazione o solo l’espirazione, oppure entrambe): i sintomi che la caratterizzano sono movimenti eccessivi del torace (e talvolta dell’addome) durante la respirazione, dilatazione anomala delle narici, respirazione a bocca aperta, collo e testa rivolti verso il basso durante la respirazione, respiro rumoroso
  • respirazione eccessivamente frequente o tachipnea: ne possono essere sintomi la bocca aperta e atti respiratori meno profondi e soddisfacenti del normale.

Alcuni cani possono sviluppare anche una combinazione delle due condizioni, mostrando sia dispnea che tachipnea, associate anche ad altri sintomi, come la tosse.

Tutte le possibili cause per le quali un cane respira male

Come accennato i problemi respiratori del cane possono avere origini diverse:

  • malattie del naso: difficoltà anatomiche (frequenti nei cani col muso schiacciato), infezioni, tumori, presenza di oggetti estranei nelle vie respiratorie
  • malattie della gola e della trachea: anormalità del palato molle, tumori, oggetti estranei, collasso tracheale
  • malattie dei polmoni: polmonite, infezioni fungine, edema polmonare, condizioni cardiache di vario tipo
  • malattie dei bronchi: infezioni, tumori, allergie, infiammazioni croniche
  • malattie del sacco pleurico: pleuriti, tumori, infezioni
  • malattie del diaframma: rottura traumatica, ernia congenita, e così via…
 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
3.75 / 5 (4 voti)