Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Cura Salute

Gli effetti del cellulare sul cane

Se almeno fino ai tre anni di vita i bambini non dovrebbero fare uso di dispositivi elettronici –parola di pediatra- è bene tenere in considerazione che esistono anche effetti del cellulare sul cane.

Vediamo quali sono…

Effetti del cellulare sul cane: quelli di ordine emotivo

La comunicazione virtuale crea l’illusoria sensazione di una maggiore “connessione” con gli altri, mentre nella realtà l’abuso dello smartphone può alienarci.

Le relazioni umane non sono le sole a patire “dell’intromissione” del telefono.

Per gli esperti il nostro crescente attaccamento alla tecnologia potrebbe ripercuotersi negativamente anche sugli animali domestici.

Soprattutto in certi frangenti, come le quarantene che abbiamo vissuto, e che con una certa probabilità, dovremo ancora affrontare.

Fido può sentire trascurato il suo bisogno di interazione, se noi trascorriamo troppo tempo attaccati ad uno schermo.

I primi effetti sono dunque di tipo emotivo.

Come i lupi, i cani si rivolgono al loro capo branco per sapere cosa fare e l’assenza di interazione potrebbe destabilizzarlo e portarlo a soffrire di ansia.

E non è raro che l’ansia sfoci in aggressività.

Come rimediare?

Lasciando il cellulare a casa, soprattutto quando si passeggia insieme (momento privilegiato che rafforza il legame con padrone) o consacrandosi interamente a Fido qualche ora al giorno (giocando con lui, insegnandogli come cercare un oggetto, dei comandi, etc.).

Effetti fisici dalle onde elettromagnetiche sul cane

Eppure le ripercussioni non sono solo di natura emotiva.

Il possibile rischio dell’impatto sulla salute umana dell’elettrosmog (inquinamento da onde elettromagnetiche) è un argomento regolarmente studiato a partire dalla metà del XX secolo.

Le onde elettromagnetiche si propagano invisibili nello spazio e si trasmettono da un oggetto agli altri.

Possono essere a bassa frequenza (come quelle di schermi o elettrodomestici) o ad alta frequenza, come è il caso di quelle trasmesse dai cellulari.

Tra gli anni ’80 e ’90 si sono effettuati medesimi studi anche sui cani.

Si ipotizzò che il rischio che questi animali sviluppino un linfoma fosse più elevato in esemplari cittadini che vivevano in casa esposti (a quel tempo) solo alle onde della televisione e degli altri elettrodomestici.

Un altro studio, datato 2007 e pubblicato negli Archives Italiennes de Biologie, ha avanzato l’ipotesi di un impatto delle onde sul sistema nervoso degli animali.

Non si è però riusciti a stabilire la gravità di questi danni.

Per quanto la ricerca sia ancora aperta, e i risultati non univoci, è sempre consigliabile spegnere il telefono durante le ore notturne, e limitarne l’uso durante il giorno.

Soprattutto se viviamo in casa con un peloso…

Leggi anche:

Sindrome di Wobbler nel cane

dogitpanel

Ipersalivazione cane: perché Fido sbava tanto?

Giuseppina Russo

Cane in appartamento: i pericoli domestici…

Giuseppina Russo

Cane che starnutisce: non solo raffreddore o infezione delle vie aeree

Giuseppina Russo

Vestiti per cani: moda o necessità?

redazione

Come proteggere un cane dai parassiti estivi?

dogitpanel