Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Accessori Comportamento Cura Curiosità Notizie Professioni Razze di cani

Dog influencer: come rendere il tuo cane una star di Instagram

Abbiamo visto come i cuccioli sui social network spacchino!

E allora perché non rendere famoso il proprio animale domestico su Instagram e farlo diventare un dog influencer?

La storia di Maria Cavallo, la prima dog influencer d’Italia

È lei di fatto, la prima Dog Influencer d’Italia.

Il cocker Louis le è stato regalato alla fine del primo anno di università.

All’epoca, nel 2009, non c’erano ancora dei blog sugli animali da compagnia.

Gli unici che parlavano di cani erano quelli degli addestratori che ne trattavano in modo professionale.

Maria invece ha iniziato a raccontare le sue disavventure con Louis.

Analizzando come si stava evolvendo il rapporto uomo cane, come cambiava la loro quotidianità, il rapporto tra il cane e il suo padrone, tra il cane e la sua famiglia.

Poi c’è stato il passaparola e da lì ha iniziato a trasformarlo in un mestiere.

Ha traslato i passi che si facevano negli altri settori nel settore dei pet, raccontando alle aziende quello che pensava potesse funzionare.

E in effetti ha funzionato!

Cosa fa un cane influencer?

Il cane influencer viaggia col padrone, visita negozi, testa prodotti e novità, e ne parla alla Community.

Dietro questo c’è tutta una parte di lavoro offline, di contatto, che è quella svolge l’umano.

I vantaggi possono essere:

  • Avere prodotti gratis per la cura del tuo cane dai marchi più noti
  • Ottenere sconti di settore
  • Appoggiare cause benefiche
  • Farne un vero e proprio lavoro.

I primi passi per un pet-account di successo

La procedura per il successo sui social di un cane o gatto è abbastanza simile a quella che hanno le persone.

Bisogna creare un account Instagram, inventare una narrazione e dargli una personalità e pianificare una strategia di contenuto.

Il successo su Instagram, se ben gestito, può diventare un vero e proprio lavoro in grado di produrre anche guadagni elevati.

Ecco quali sono i consigli per far decollare il progetto social di un pelosetto:

  • scegliere una nicchia e differenziarsi dagli altri
  • creare un marchio: assicurarsi che nomi utente, foto del profilo e combinazioni di colori siano coerenti su tutti i social media e canali creativi per il massimo riconoscimento
  • disporre dell’attrezzatura necessaria: uno smartphone di buona qualità e qualche applicazione saranno sufficienti all’inizio
  • fare pratica con la fotografia e il montaggio: la creazione di contenuti di alta qualità richiede molto lavoro e l’affinamento di abilità come la fotografia e il montaggio video richiede molta pratica
  • essere costante: una pianificazione regolare può aiutare a mantenere la base di followers, poiché le persone sapranno quando aspettarsi nuovi contenuti.
Il contenuto di un pet profilo accattivante

Ma quali sono le caratteristiche dei pet profili più apprezzate dal web?

  1. Le immagini con cani e gatti di razze diverse hanno un coinvolgimento medio più elevato rispetto a quelle su un singolo cane
  2. Trucchi e suggerimenti su guinzagli, imbracature e accessori per la toelettatura degli animali domestici sono molto popolari
  3. Azione e avventura ottengono in media il maggior numero di like
  4. I cani vestiti quest’anno hanno registrato nel 2020 un engagement medio più alto su Instagram
  5. Fotografie che mettono in risalto la bellezza del manto del tuo amico a 4 zampe sono sempre alla ribalta.

Anche le abilità che rendono l’animale “più umano” piacciono molto: sedersi, restare e scuotere una zampa, per esempio.

Ma quello che intenerisce e ispira di più sono le attività che cani e gatti fanno con i loro umani come il momento del bagnetto, una passeggiata in un luogo nuovo o un gioco da salotto.

Senza mai dimenticare che l’animale deve essere felice e ben disposto.

Non va forzato a fotografie che lo costringono in posa, non bisogna agghindarlo se non è suo agio e soprattutto il set fotografico va trasformato in un momento di divertimento condiviso.

Cosa serve per diventare un dog Influencer?

Per riassumere dunque è necessario:

  1. sviluppare dei progetti, avere delle idee: è difficile avere dalle aziende, o dagli uffici stampa delle aziende, dei progetti; spetta all’influencer averli, svilupparli e solo in seguito contattare le aziende
  2. essere costanti nel creare contenuti: è quanto il pubblico si aspetta.

Situazioni, emozioni, viaggi in comune, vita vissuta.

In una parola condivisione di esperienze con il membro a quattro zampe della famiglia: è questo il leitmotiv del successo…

Leggi anche:

Piccolo Cane Leone: lo conoscono solo in Francia (o quasi)!

Giuseppina Russo

Cibo al cane come premio: sì o no?

Giuseppina Russo

Cani guida: se richiamano la nostra attenzione stanno chiedendo aiuto. Non ignorateli!

dogitpanel

La paura dei cani nei bambini

Giuseppina Russo

Maltipoo

Giuseppina Russo

Narrativa cinofila: novità tra i libri da leggere…

Giuseppina Russo