Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Usato per i combattimenti clandestini, Turkey perde un occhio, ma ringrazia i suoi soccorritori 

storie di cani

La storia che vi raccontiamo oggi fa riferimento a un fatto avvenuto lo scorso novembre. L’associazione Dinghy Nation di Detroit ha salvato ben 180 cani utilizzati per le risse illegali.

Gli animali si trovavano in condizioni pessime e sul loro corpo portavano i segni dei combattimenti e del duro addestramento cui venivano quotidianamente sottoposti.

Uno di questi cani, in particolare, era diventato cieco a causa dei colpi subiti. E’ stato trovato in catene con una cuccia rotta come casa, e fortunatamente è stato salvato insieme ad altri cani grazie ad una soffiata.

Tutti sono stati condotti dal veterinario per i controlli di routine. Turkey, il cane del quale vi stiamo parlando, aveva perso la vista in seguito alla violenta aggressione subita.

“Per lui, senza vista e così vulnerabile, sarà stato davvero stressante vivere all’aperto in mezzo ai rifiuti e agli ostacoli” ha spiegato Jessica Brown, Direttrice delle operazioni di Bark Nation.

Quando Turkey è stato portato in clinica, non riusciva a smettere di ringraziare i suoi soccorritori.

Nonostante le terribili angherie subite, il cane possiede ancora un lato caratteriale molto dolce. Per lui di certo non sarà difficile abituarsi ad una nuova vita, ma il fatto che nutra così tanta speranza verso gli esseri umani fa ben sperare.

Ha ancora tantissimo amore da dare, e con il suo carrellino speciale riesce ad orientarsi e a muoversi ora con più facilità.

Leggi anche:

Padrona si sveglia con una dolce sorpresa: la sua cagnolina ha partorito nella notte

aggiornamenti

Una donna dipinge la recinzione del suo bulldog curioso: quello che vedono i passanti è esilarante

aggiornamenti

Dimenticano il cane alla stazione di servizio, lui percorre 60 km in 26 giorni per tornare a casa

Monica Nocciolini

Sfrattata perchè voleva con sè il suo cane guida, Camilla si riscatta con una pioggia di offerte di alloggi

dogitpanel

Da Terni a Foligno in treno, poi il cane Nocchia chiede aiuto alla Polfer

Monica Nocciolini

Si distraggono un attimo e si ritrovano sul cellulare la foto del loro cane nell’ufficio del Preside 

dogitpanel