Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Ucraina: donna percorre 17 km a piedi caricando il suo cane sulle spalle pur di non abbandonarlo

storie di cani in ucraina

Questa è la drammatica storia di Alisa, una donna ucraina che in questi giorni ha dovuto lasciare la sua terra natìa per rifugiarsi in Polonia.

La cosa straordinariamente incredibile è che nonostante le difficoltà del viaggio e la paura della guerra, Alisa ha deciso di caricare sulle sue spalle anche il suo cane Pulya, percorrendo ben 17 km a piedi.

La donna è fuggita grazie all’aiuto del suo datore di lavoro, che le ha permesso di spostarsi e di raggiungere il confine insieme alla mamma, la sorella, i loro due mariti, quattro bimbi e due cani.

Ben 16 ore di viaggio per arrivare in un piccolo villaggio in prossimità del confine polacco, dove le due famiglie hanno dovuto mettersi in coda tra le infinite auto ferme lì da tempo. Non potevano aspettare troppo, per paura dei bombardamenti, per cui hanno deciso di lasciare la macchina lì e proseguire a piedi.

Erano le 4 del mattino quando Alisa e la sua famiglia si sono incamminati verso il confine. Pulya non riusciva a camminare, era stremato, e Alysa ha deciso di caricarlo sulle sue spalle, percorrendo con lui ben 17 km, e dandosi il cambio con suo marito fino al confine, dove ha dovuto salutarlo perchè la legge ucraina obbliga gli uomini in età fertile alle armi e vieta loro di lasciare il paese.

“E’ stato un percorso durissimo, tra le montagne ed i fiumi. I miei bambini stavano piangendo per via del freddo, io anche volevo piangere e arrendermi, ma non potevo. Ho chiesto alle auto e alle altre persone di darci una mano con il cane, ma tutti ci dicevano di abbandonarli lì, ma i nostri cani sono parte integrante della nostra famiglia, hanno vissuto con noi momenti felici e tristi”, ha raccontato la donna a The Guardian.

Complimenti a questa donna forte e coraggiosa!

 

 

Leggi anche:

Quel cane ha un talento da lavavetri: adottato!

Monica Nocciolini

Smarrito e confuso sul cavalcavia, il cane si accascia quando vede i soccorritori

Monica Nocciolini

Salva un cane anziano, poi apre una casa di riposo per tutti i nonnini a quattro zampe abbandonati

Monica Nocciolini

“Non siamo carne da macello”. Cagnolini piangono di gioia quando vengono liberati dalle loro gabbie

dogitpanel

Bimbi di una scuola elementare scrivono lettere per far adottare i cani del rifugio 

dogitpanel

Uomo ricco vende tutto ciò che possiede per costruire un rifugio per gli adorati cani 

dogitpanel