Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers

Storie

Nirvana e Aura, cani evanescenti. Galgos trovati per strada ridotti pelle e ossa

Li hanno chiamati Nirvana e Aura, con due nomi evanescenti come il loro aspetto. Qualndo la guardia civile di San Juan del Puert ha trovato i due galgos, levrieri spagnoli, erano infatti così magri e denutriti da poter essere guardati in controluce. Pelle e ossa letteralmente. La pattuglia li ha individuati in una stradina, vagavano trascinandosi evidentemente deboli.

Uno color crema e l’altro maculato, sono stati immediatamente affidati a un’associazione che si prende cura dei cani di nessuno. E in Spagna i galgos sono come di nessuno anche quando appartengono a qualcuno. Considerati cani da lavoro, vengono usati per la caccia. A fine stagione nella migliore delle ipotesi vengono abbandonati. Alcuni lapidati, impiccati… soppressi nei modi più aberranti. Le associazioni che tentano di fermare la strage stimano che ogni anno ne muoiano in questo modo circa 50mila.

Nirvana e Aura sono stati risparmiati dalla brutalità, ma non dagli stenti. Il loro recupero in condizioni così estreme è avvenuto a un soffio dall’irreparabile. Ma ce l’hanno fatta. Nutriti e trattati amorevolmente si sono rimessi in forze. Puntanimals e Pacma Andalucia ne hanno raccontata la storia e la condizione attraverso i social. Ora per loro cercano una famiglia che desideri amarli.

Leggi anche:

Torturato a morte e impiccato: sulla tomba del cane Angelo sboccia un fiore. A Foggia apre la Casa per 4 zampe sfortunati

Monica Nocciolini

Senzatetto vuole cambiare vita. Percorre 3000 km in biciletta ma non rinuncia a portare con sè i suoi cani 

dogitpanel

Il cane continua a vegliare la casa distrutta dal terremoto

Monica Nocciolini

Cane aspetta tutti i giorni il camion della spazzatura per mangiare

dogitpanel

Randagi al freddo? Ecco cosa hanno fatto per riscaldarli i dipendenti di una stazione di bus

dogitpanel

Musicista vende la sua chitarra: “Devo pagare l’operazione al mio cane investito”

Monica Nocciolini