Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Accessori

Cibo per cani e gatti con muffe, azienda americana lo ritira dal mercato

Cibo con muffe, e muoiono 70 cani mentre altri 80 si ammalano. E’ accaduto negli Stati Uniti, dove l’azienda americana Midwestern Pet Food ha ritirato dal mercato parte dei suoi prodotti. A darne notizia è l’azienda stessa in una nota presente anche sul sito dell’ente governativo che negli Stati Uniti si occupa di regolamentare farmaci e generi alimentari, la Food and Drug Administration che ha aperto un’inchiesta.

Gli accertamenti sono scattati a seguito del decesso di 70 cani e del malessere con vomito giallastro, inappetenza e spossatezza lamentato da altri 80 esemplari. La sintomatologia è quella dell’avvelenamento. Secondo le prime analisi il cibo conterrebbe muffe dei cereali in quantità eccessiva, le aflatossine. I prodotti ritirati dal mercato sono Sportmix, Pro Pac Originals, Splash, Sportstrail e Nunn Better.

La nota ufficiale

“I test indicano livelli di aflatossina che superano i limiti accettabili. I prodotti sono distribuiti a livello nazionale a distributori online e negozi al dettaglio. L’aflatossina – recita la nota del produttore – è una tossina prodotta dalla muffa Aspergillus flavus, che può crescere sul mais e altri cereali utilizzati come ingredienti nel cibo per animali domestici. Ad alti livelli, l’aflatossina può causare malattie e morte negli animali domestici”.

“Si segnalano casi di malattie e decessi nei cani associati ai lotti sotto elencati di Sportmix High Energy. Nessuna segnalazione arriva su gatti o malattie umane. Se il vostro animale mostra segni di avvelenamento da aflatossine tra cui lentezza, perdita di appetito, vomito ittero (colorazione giallastra agli occhi, gengive o pelle a causa di danni al fegato) e / o diarrea, contattate immediatamente un veterinario. Fornite una storia dietetica completa al veterinario. Potrebbe essere utile scattare una foto dell’etichetta del cibo per animali domestici, incluso il numero di lotto”, suggerisce l’azienda.

L’appello ai rivenditori è di togliere dagli scaffali – fisici e online – i prodotti sospetti. Per i proprietari invece l’indicazione è: “Non date i prodotti richiamati ai vostri animali domestici o ad altri animali. Distruggete i prodotti in modo che bambini, animali domestici e animali selvatici non possano accedervi. Lavate e igienizzate ciotole, tazze e contenitori per alimenti per animali domestici”.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)

Leggi anche:

Cani e bambini? Lo spot di Telefono Azzurro arrossisce di polemiche

Monica Nocciolini

Occupò una scuola con 18 cani sfrattati, attivista assolta

Monica Nocciolini

Avvelenati e impiccati, è caccia al serial killer dei cani

Monica Nocciolini

Lega il suo cane a un palo della luce e inizia a picchiarlo, i passanti chiamano la polizia

Monica Nocciolini

Minacce telefoniche contro i cani della zona, panico a Trieste

Monica Nocciolini

Allevamento per 61 cani, ne hanno trovati 859 e metà malati. Li salvano i carabinieri

Monica Nocciolini