Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Ringhio, cane bianco liberato dal degrado ora lotta per la vita

Viveva detenuto in un box ed era utilizzato per la guardia ai polli, all’interno di un allevamento di Monte Roberto in provincia di Ancona. Lui è Ringhio, un cane con una buona dose di pastore maremmano nel sangue che le guardie zoofile Oipa hanno trovato tra le sue feci e resti di pollame in un ambiente ristretto e malsano pullulante di mosche ed insetti.

La storia di Ringhio arriva direttamente da una nota Oipa, i cui operatori sono intervenuti a seguito di una denuncia. A colpirli, una volta sul posto, è stata la quantità di sangue sul pavimento del box e che continuava a uscire dalla zampa anteriore destra del cane, lacerata ed emorragica.

“Abbiamo saputo che la situazione si protraeva da circa un mese”, spiega Rocco Corretti, coordinatore regionale delle guardie zoofile Oipa nelle Marche. Il cane era insomma in pericolo di vita, dunque il sequestro è scattato subito così come il trasferimento d’urgenza in clinica.

Ringhio è stato operato in tutta fretta, nel tentativo di scongiurare per lui la perdita della zampa. “Il proprietario, un cacciatore proprietario tra l’altro di altri cani utilizzati per la caccia al cinghiale, è ora indagato per maltrattamento e detenzione in condizioni incompatibili”, si legge nella nota Oipa.

Ringhio è stato abbandonato a se stesso malato e ristretto in un piccolo box per molto tempo. Malgrado ciò coi volontari è apparso docile e affettuoso, benché impaurito e dolorante. E’ ancora ricoverato e in attesa dell’esame istologico sul tessuto asportatogli dalla zampa. “Se si trattasse di metastasi sparse – spiega Oipa – per lui non ci saranno purtroppo speranze”. Forza Ringhio, metticela tutta!

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
2.20 / 5 (5 voti)

Leggi anche:

Il senso di Susana per i randagi. Ne ha già salvati più di mille

Monica Nocciolini

Un mese soli in casa senza cibo né acqua, il cane finisce per mangiare il gatto. Proprietaria in carcere

Monica Nocciolini

Il suo cane guida si comporta stranamente, la GoPro sul collare rivela la dura vita di Kika tra la gente

Monica Nocciolini

Tre cuccioli di cane morti avvelenati e ora è caccia al colpevole

Monica Nocciolini

4 anni, scrive una letterina al suo cane che non c’è più. E lui le risponde dal cielo…

Monica Nocciolini

Wynn, cane-terapia per i medici in trincea covid-19

Monica Nocciolini
error: © copyright dog.it