Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

La prof non sa a chi lasciare la sua cagnolina, così la porta in classe


Quello che è accaduto in questa scuola potrebbe essere l’inizio per una svolta nella nostra società, una realtà che già esiste, in alcuni isolati casi e che a parere nostro, non può che fruttare benefici a tutti, animali ed umani compresi.

Una professoressa di un liceo, non sapendo a chi lasciare la sua cucciola di Pastore Australiano, sceglie di portarlo in classe, con il benestare del preside dell’istituto.

Esistono già alcune realtà che permettono ai propri dipendenti di portare a lavoro i propri animali, cani o gatti che siano. Esistono addirittura uffici in Giappone, nei quali i gatti sono proprio di casa, vere mascotte aziendali e di “proprietà” di tutti gli umani che vi lavorano.

Proprio dal Giappone arrivano anche i “Neko caffè” nei quali è possibile gustare una buona colazione in compagnia di mici che in questi locali hanno trovato la loro casa.

Esistono poi alcuni uffici americani che hanno un’area di dog sitting interna per coloro che non sanno a chi lasciare il proprio Fido.

Troviamo che si tratti di scelte intelligenti, che permettono ai cani di socializzare e ai propri umani di non avere troppi pensieri su come gestire i loro pelosi. Questo in un certo senso può favorire quindi anche le adozioni di nuovi cani.

Credits: Tg Com

Le migliori tariffe per i nostri lettori. Risparmio Assicurato

Per tutti i lettori di Dog.it le migliori tariffe per viaggi vacanza o viaggi di affari

 

Leggi anche:

Cane lanciato dal cavalcavia nel Salento: taglia di 5.000 euro per chi individuerà i responsabili 

Michele Urbano

Bastonato fino a fargli uscire un occhio, una volontaria mette in salvo il cane Core

Monica Nocciolini

Bimba riesce a sopravvivere ad una tempesta di neve abbracciando un cane randagio 

Michele Urbano

La storia di Narwal il cane con una codina sulla fronte

Michele Urbano

Due cani seviziati, uno muore. Intervengono i carabinieri e scatta la denuncia

Monica Nocciolini

Cagnolino restituito al canile dopo 3 giorni di adozione: la sua sofferenza è immensa

aggiornamenti