Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Il cane ucciso dalla trappola dei bracconieri

Avevano disseminato un bosco di cappi d’acciaio per catturare selvaggina in modo fraudolento, invece in quelle trappole dei bracconieri ha trovato la morte un povero cane. E’ successo a Vieste, sul Gargano. A intervenire all’interno del parco nazionale è stata la polizia locale, insieme ai veterinari dell’azienda sanitaria e ai volontari della Lega del Cane.

La caccia nell’area del parco è vietata sempre, ma ancor più lo sono questi mezzi che provocano negli animali una morte lenta, cruenta e dolorosa. Sul corpo del cane adesso verrà condotta l’autopsia. Il cane è risultato essere di proprietà di una famiglia, che adesso lo piange e chiede giustizia.

Al momento è stata sporta denuncia penale contro ignoti alla procura. L’ipotesi è quella di detenzione e uso di mezzi di caccia illeciti, maltrattamento e uccisione di animali. L’esame autoptico dovrà certificare l’esatta causa della morte del cane. Sulla base di quel referto sarà possibile definire la fattispecie precisa di reato.

Leggi anche:

Nel torrente per recuperare un cane restano bloccati su una roccia in acqua

Monica Nocciolini

Cane anziano di 16 anni viene adottato dopo aver trascorso una vita al rifugio

dogitpanel

Dottor Moose e gli altri, laurea ad honorem per i cani psicologi degli studenti

Monica Nocciolini

Addio caro Nuvola, si è spento il cane di Benedetta Rossi

Monica Nocciolini

Trascina il cane legato all’auto fino a ucciderlo

Monica Nocciolini

Così un anziano si reinventa dogsitter: “Prendermi cura di loro, mi ha cambiato la vita”

dogitpanel
error: © copyright dog.it