Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Il cane Jocker all’inferno nel girone dei combattimenti clandestini

Due anni di vita trascorsi passando di mano in mano fino a trovarsi alla mercè di persone che lo sfruttavano per combattimenti clandestini. Era l’inferno di Jocker, un cane di razza pitbull. Aveva circa due anni quando è stato liberato da quella situazione da parte delle guardie zoofile Oipa di Teramo in coordinamento con altri nuclei. Il povero cane viveva segregato 24 ore su 24 tra le mura di una struttura abbandonata, isolato dal resto del mondo, senza alcun contatto sociale. Non aveva acqua né cibo, ed era costretto a giacere tra l’odore nauseabondo delle proprie deiezioni.

“Dopo aver trascorso mesi e mesi imprigionato in una vera e propria stanza degli orrori – raccontano proprio da Oipa – tra cumuli di feci, urina, buste di plastica e sporcizia di ogni genere, Joker è stato liberato e condotto presso una clinica veterinaria per i controlli sanitari”. Le indagini per scoprire dove fosse segregato il cane non sono state né brevi né semplici, ma le guardie ce l’hanno fatta. Quando è stato portato via dal suo supplizio, Jocker era gravemente denutrito e disidratato.

Per rimetterlo in sesto è stata necessaria un poderosa cura ricostituente. Il corpicino si è pian piano ripreso, ma il trauma subito è stato importante e il cane è rimasto a lungo molto provato. Malgrado questo, e nonostante quanto aveva passato, si è rivelato un cane molto dolce e socievole. I cani semmai imparano, semmai hanno paura, ma non conoscono il rancore.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
4.75 / 5 (4 voti)

Leggi anche:

Lega il cane a una grata e se ne va. Il pastore tedesco non poteva nemmeno cercare aiuto

Monica Nocciolini

Il cane Rocco mastro distillatore in Scozia: a naso scova le imperfezioni nel wisky

Monica Nocciolini

Dramma in autostrada, muore in un incidente amata staffettista

Monica Nocciolini

“Sono Speck, voglio tenerti la mano”: dal rifugio questo cane conquista il web (e una famiglia adottiva)

Monica Nocciolini

Rambo eroe del terrazzino. Ci è rimasto rinchiuso per quasi un anno

Monica Nocciolini

Lascia il cane a morire chiuso in auto mentre lui si rinfresca in piscina

Monica Nocciolini
error: © copyright dog.it