Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers

Storie

Cagnolina incinta trovata senza vita, petizione per inasprire le pene ai colpevoli

Una cagnolina incinta è stata trovata uccisa, impiccata a un albero, a Guspini, nella provincia del Sud Sardegna. E’ il secondo caso di questo tipo in poche settimane, nella stessa zona dove adesso inizia a serpeggiare il panico. Ad accendere i riflettori sull’episodio è Lega nazionale per la difesa del cane (Lndc) Animal Protection attraverso una nota. E proprio l’associazione lancia anche una petizione per inasprire le pene per chi si macchia di questi crimini.

La denuncia, al momento contro ignoti, è già formalizzata. Gli investigatori sono dunque sulle tracce del o dei colpevoli, e si cercano testimoni. A fare la terribile scoperta Anta Onlus, sezione di Terralba, su segnalazione di un passante che si è trovato dinanzi alla scena raccapricciante. Anta ha quindi diffuso l’immagine attraverso i social, da cui la vicenda è rimbalzata prima sulle cronache locali e poi sulle agenzie e a livello nazionale.

“Tanta crudeltà – commenta la presidente nazionale Lndc Piera Rosati – si combatte solo con la garanzia di leggi severe. Ogni giorno, in Italia, decine e decine di animali continuano ad essere seviziati, torturati e uccisi. Le leggi a loro tutela sono ormai obsolete e continuano a rivelarsi inadeguate e inefficaci a prevenire e punire questi crimini“.

“Anche per questo motivo – conclude – rilanciamo la nostra petizione per chiedere pene più severe, l’arresto e aggravanti per chi commette atti di violenza e crudeltà contro gli animali”.

Leggi anche:

Stava per essere soppressa a causa di una malformazione, ma due ragazzi riescono a salvarla

dogitpanel

Suonano alla porta: è il cane che scampanella col naso

Monica Nocciolini

Strage di cani col veleno, morta una mamma coi suoi cuccioli

Monica Nocciolini

Nasce il bebè e: “Allenarci col cane non ci serve più”. Così Dotty finisce in canile

Monica Nocciolini

Soldato porta via dall’Iraq il cane randagio diventato suo amico

Monica Nocciolini

Il grande Totò definì così i nostri amici cani: “A metà tra angeli e bambini”. La sua prima poesia per il barboncino Dik

Monica Nocciolini