Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers

Storie

“Andate in pace e possibilmente adottate un cane randagio”

“Andate in pace e possibilmente portate con voi e adottate un cane randagio“. Ogni domenica, nella parrocchia brasiliana di Sant’Ana Gravatá, padre João Paulo Araujo Gomes apre la porta ai fedeli, certo, ma non solo. Tra le panche e sull’altare ci sono sempre tanti cani randagi in cerca di adozione. Il parroco li accoglie in chiesa durante le messe proprio per quello: per cercare loro una famiglia.

Per sottrarli alla vita di strada, padre João Paulo li presenta ai parrocchiani durante le funzioni. In quel modo, mischiandosi ai fedeli durante la messa, i cani di fatto riescono a familiarizzare. Si stabilisce quel po’ di relazione che può sfociare in adozione. Prima di inserirli nel contesto parrocchiale, il sacerdote prepara i cani sotto il profilo sanitario facendoli controllare e vaccinandoli. Quando arriva la famiglia che li accoglie, i cani sono pronti e in perfetta forma.

In chiesa i cani possono entrare, dormire, mangiare e bere, accoccolarsi sui gradini dell’altare e girellare tra i fedeli. Tanto per dare il buon esempio lo stesso parroco ne ha adottati alcuni che adesso formano un bel gruppetto. Da quando l’iniziativa di don João Paulo ha preso il via, i cani di strada sono diminuiti di molto. I parrocchiani apprezzano, le autorità cittadine anche.

Leggi anche:

Due cani abbandonati, lei diventa cieca e il fratellino le fa da guida

Monica Nocciolini

Scivola sul ghiaccio e si spezza il collo, il cane lo scalda in attesa dei soccorsi

Monica Nocciolini

Bimbo costruisce ruote col Lego per il cane senza zampe

Monica Nocciolini

Come aiutare cani randagi: due storie dalla Bolivia

Giuseppina Russo

Cane colpito da un calcio, chiama i suoi amici e in tre gli distruggono l’auto

dogitpanel

Curiosità sui cani: quello che probabilmente non sai di loro!

Giuseppina Russo