Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

“Andate in pace e possibilmente adottate un cane randagio”

“Andate in pace e possibilmente portate con voi e adottate un cane randagio“. Ogni domenica, nella parrocchia brasiliana di Sant’Ana Gravatá, padre João Paulo Araujo Gomes apre la porta ai fedeli, certo, ma non solo. Tra le panche e sull’altare ci sono sempre tanti cani randagi in cerca di adozione. Il parroco li accoglie in chiesa durante le messe proprio per quello: per cercare loro una famiglia.

Per sottrarli alla vita di strada, padre João Paulo li presenta ai parrocchiani durante le funzioni. In quel modo, mischiandosi ai fedeli durante la messa, i cani di fatto riescono a familiarizzare. Si stabilisce quel po’ di relazione che può sfociare in adozione. Prima di inserirli nel contesto parrocchiale, il sacerdote prepara i cani sotto il profilo sanitario facendoli controllare e vaccinandoli. Quando arriva la famiglia che li accoglie, i cani sono pronti e in perfetta forma.

In chiesa i cani possono entrare, dormire, mangiare e bere, accoccolarsi sui gradini dell’altare e girellare tra i fedeli. Tanto per dare il buon esempio lo stesso parroco ne ha adottati alcuni che adesso formano un bel gruppetto. Da quando l’iniziativa di don João Paulo ha preso il via, i cani di strada sono diminuiti di molto. I parrocchiani apprezzano, le autorità cittadine anche.

Leggi anche:

Cleo, cane fedele non solo ai padroni…

Giuseppina Russo

In due anni costruisce una splendida “casa da sogno” solo per i suoi cani

dogitpanel

Abbandona mamma e cuccioli per strada senza voltarsi indietro al loro pianto. Le telecamere lo incastrano

Monica Nocciolini

La storia di Loubie, il cane che abbraccia tutti

dogitpanel

Il pastore muore, il cane per due anni continua da solo a curare il gregge

Monica Nocciolini

“Non potevo dimenticare quella donna”. Cane percorre 200 miglia per riabbracciare chi lo ha salvato 

dogitpanel