Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Allevamento di cani tra rifiuti e baracche abusive

Un allevamento di cani maremmani in un terreno occupato abusivamente, tra cataste di rifiuti e baracche fatiscenti: a scoprirlo nell’hinterland fiorentino sono stati i carabinieri forestali che sono riusciti a risalire a chi, pur senza averne titolo, gestiva quello spazio. Lì l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, aveva allestito un allevamento di cani maremmani. Li cresceva, poi li vendeva.

L’area in cui i cani erano costretti era in condizioni di degrado. Baracche realizzate con materiali di scarto, rifiuti speciali e pericolosi e strutture anche di recinzione tutte abusive. Eppure la zona è anche sottoposta a tutela per il pregio paesaggistico. I carabinieri hanno segnalato l’uomo per invasione arbitraria di terreni e immobili, alterazione delle bellezze naturali, gestione illecita di rifiuti speciali, cambio di destinazione d’uso e violazione del vincolo paesaggistico in area dichiarata a notevole interesse pubblico.

I cani presenti sul posto al momento del blitz dei foresali erano due, tenuti in spazio non idoneo per il loro benessere, malsano. In più, i maremmani rimanevano da soli per lunghi periodi di tempo. Così i militari hanno contestato all’uomo anche la detenzione di animali d’affezione in condizioni incompatibili.

Leggi anche:

Tanner, nonno cane che insegna al gatto a stare bene

Monica Nocciolini

Butta il cane in mare con un masso legato al collo e se ne va. Per lui si aprono le porte del tribunale

Monica Nocciolini

Ecco come l’amore di un cane cambia la vita: “Mi è sempre stato accanto, scacciando la paura nella mia mente e il mio cuore”

dogitpanel

Stava per essere soppressa: questa cagnolina riesce a cambiare il suo destino

dogitpanel

Cani viaggeranno gratis su Trenitalia tutta l’estate: iniziativa per contrastare gli abbandoni 

dogitpanel

Travolse e uccise con la sua auto Biondo, il cane di Lecce, amato da tutti. Dovrà scontare due anni di reclusione. 

dogitpanel
error: © copyright dog.it