Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Allevamento di cani tra rifiuti e baracche abusive

Un allevamento di cani maremmani in un terreno occupato abusivamente, tra cataste di rifiuti e baracche fatiscenti: a scoprirlo nell’hinterland fiorentino sono stati i carabinieri forestali che sono riusciti a risalire a chi, pur senza averne titolo, gestiva quello spazio. Lì l’uomo, già noto alle forze dell’ordine, aveva allestito un allevamento di cani maremmani. Li cresceva, poi li vendeva.

L’area in cui i cani erano costretti era in condizioni di degrado. Baracche realizzate con materiali di scarto, rifiuti speciali e pericolosi e strutture anche di recinzione tutte abusive. Eppure la zona è anche sottoposta a tutela per il pregio paesaggistico. I carabinieri hanno segnalato l’uomo per invasione arbitraria di terreni e immobili, alterazione delle bellezze naturali, gestione illecita di rifiuti speciali, cambio di destinazione d’uso e violazione del vincolo paesaggistico in area dichiarata a notevole interesse pubblico.

I cani presenti sul posto al momento del blitz dei foresali erano due, tenuti in spazio non idoneo per il loro benessere, malsano. In più, i maremmani rimanevano da soli per lunghi periodi di tempo. Così i militari hanno contestato all’uomo anche la detenzione di animali d’affezione in condizioni incompatibili.

Leggi anche:

Gli tagliano le zampe e il muso, ma nel cane Nick batte un cuore gioioso

Monica Nocciolini

Decapita il cane malato pur di non doverlo curare

Monica Nocciolini

Ritrova dopo 10 anni il cane finito in un canile lager

Monica Nocciolini

Mette in vendita l’auto per l’operazione al suo cane: “Darei la mia vita per salvarlo. Lui è tutto per me”

dogitpanel

Ridotta pelle e ossa, cagnolina salvata dopo un anno… sorride

Monica Nocciolini

Quattro cani, una vita consumata a catena e al buio

Monica Nocciolini