Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers

Storie

A catena tra i rifiuti, larve di zecca nell’acqua melmosa. Tre cani salvati tramite sequestro

Un ricovero di legno marcio, legati a catena di un metro ancorata a dei pali che a stento permetteva loro di accucciarsi. Le guardie zoofile dell’Organizzazione internazionale per la protezione degli animali (Oipa) hanno trovato in queste condizioni tre cani, due femmine e un maschio, in una proprietà privata nel Napoletano. Gli operatori hanno messo in salvo i tre poveri cagnolini, sequestrandoli per poi affidarli a un rifugio. La persona che li teneva in quello stato ha finito per essere denunciata per violazione degli articoli del codice penale 544 ter (maltrattamento di animali) e 727 (abbandono). Ne dà notizia proprio Oipa in una nota.

Gli operatori sono arrivati a rintracciare i cani a seguito di una segnalazione. Antonio Di Micco, coordinatore delle guardie zoofile Oipa per la  Campania e il Molise, racconta la situazione in cui gli operatori hanno trovato le bestiole che stazionavano su pietrisco misto a rifiuti. A terra, anche avanzi di cibo, escrementi, larve di zecche e di zanzare a infestare anche l’acqua melmosa a loro disposizione.

Oipa invita i cittadini a continuare a segnalare i casi di maltrattamento. In questo caso, uno dei tre cani aveva escoriazioni all’altezza del collo forse provocate dal collare. La femmina più piccolina, invece, era in evidente stato di malnutrizione e deperimento. I tre cani attualmente sono in custodia giudiziale, per cui si possono prendere in affido provvisorio.

Leggi anche:

“Erano in condizioni pietose”. Nel Casertano cani lasciati soli per mesi in casa senza cibo nè acqua. 

dogitpanel

Piangeva disperato dopo esser stato investito, nuova fortuna ‘a rotelle’ per il cagnolino

Monica Nocciolini

Nell’inferno di Beirut volontari in soccorso dei cani colpiti dall’esplosione

Monica Nocciolini

Cagnolino abbandonato si intrufola nell’auto della polizia. Gli agenti lo adottano

Monica Nocciolini

Cane sta per attraversare il ponte dell’arcobaleno: i suoi fratelli pelosi gli dicono addio riempiendolo di baci 

dogitpanel

La bella storia di Ares, un randagio diventato oggi cane poliziotto

dogitpanel