Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Notizie

Tra i tulipani non ci sono cani randagi. Ecco la ricetta dell’Olanda

Niente cani randagi tra i tulipani d’Olanda. Proprio così: l’Olanda è il primo paese al mondo a non avere più cani rinchiusi nei rifugi o vaganti per strada. Come ha fatto? La ricetta del paese ha miscelato con tenacia tre ingredienti: sterilizzazioni, normative, promozione delle adozioni.

Lungo questa tripletta di azioni sono stati coinvolti veterinari, istituzioni e operatori e il risultato è arrivato. Oggi l’Olanda è randagismo free in un contesto globale che stima 200milioni di cani senza famiglia. Quanto alla sterilizzazione dei cani soprattutto vaganti, il paese ha messo in sicurezza in pochi mesi il 75% degli esemplari anche vaccinandoli e controllandone lo stato di salute uno per uno.

L’implementazione legislativa sul benessere animale, poi, ha dato un giro di vite inasprendo le pene per chi non assicurasse vita di qualità agli animali, compresi quelli randagi, con sanzioni fino a 16mila euro e reclusione fino a tre anni.

Ha chiuso il cerchio un’imponente campagna di incentivo all’adozione di cani nei rifugi e – per contro – dissuasione all’acquisto dagli allevamenti con tassazione importante sugli acquisti in negozio. E così: niente randagi tra i tulipani.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
5 / 5 (2 voti)

Leggi anche:

Adotti un randagio? Parcheggi gratis!

Monica Nocciolini

Catena, digiuno, coda mozzata: cane torturato nel Riminese

Monica Nocciolini

Nel gelo di Siberia, l’uomo e il cane insieme 23mila anni fa

Monica Nocciolini

Allevamenti dell’orrore, 270 cani salvati in una maxi operazione della polizia

Monica Nocciolini

Cane corso azzanna il bebè di casa, tragedia in un lampo

Monica Nocciolini

Camila Cabello col suo cane Tarzan bucano il web con gli auguri di buon anno

Monica Nocciolini
error: © copyright dog.it