Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Cura Prevenzione

Problemi nella digestione del cane: quali sono i principali, le cause e i sintomi

Problemi nella digestione del cane: quali sono i principali, le cause e i sintomi

Qualunque sia l’età del vostro fedele amico a quattro zampe, può accadere che soffra di problemi di digestione che possono causare semplici disturbi o complicazioni ben più gravi.
La digestione è infatti un aspetto fondamentale nel vostro cane per garantirgli un perfetto stato di salute e in alcuni casi potrebbe subire delle complicazioni. Si passa lievi disagi, come ad esempio la flatulenza, a problemi molto gravi, come ad esempio la torsione gastrica. Senza arrivare alle malattie più pericolose, ci soffermeremo sui problemi più semplici che si possono affrontare in ambiente domestico o con l’aiuto del veterinario di fiducia.
Nell prossime righe proveremo ad approfondire l’argomento, vedendo insieme quali sono i disturbi gastrointestinali più comuni nei cani, come prevenirli e come identificarne i sintomi con il fine di curarli.

La flatulenza

Iniziamo a comprendere quanto questo tipo di problematica possa essere pericolosa per il vostro cane.
Episodi sporadici sono fisiologici e non c’è bisogno di allarmarsi più di tanto. Si tratta di un fenomeno che genera fastidio nel cane piuttosto che essere pericoloso per la sua salute.
Il motivo principale per cui il cane diventa flatulento è relativo alla non efficace digestione di ciò che ingerisce. Potreste aver cambiato la sua dieta ed ottenere così degli effetti indesiderati: magari avete cambiato tipologia di alimento e potrebbe svilupparsi la flatulenza come conseguenza di un’allergia o intolleranza.
Un esempio sono gli alimenti ricchi di cereali che, per i cani celiaci e intolleranti al glutine, sono una fonte principale di tale disturbo. In questo caso la soluzione risiede in una dieta grain free per cani, di cui parliamo anche nel nostro sito web.
Una causa alternativa è quella che riguarda la velocità con cui mangia il cane. Se il pasto avviene troppo velocemente, potrebbe accadere che insieme al cibo venga ingerita una notevole quantità di aria che finisce nello stomaco.
Dopo che il veterinario abbia escluso patologie più gravi, è possibile provare a contrastare la flatulenza del cane con rimedi naturali, come ci spiega anche vettys.com all’interno del suo blog dove troverete un ampio approfondimento a riguardo.

Il vomito e il rigurgito

Altra problematica che potreste sperimentare è quella che riguarda il vomito e il rigurgito del vostro fedele amico a quattro zampe.
Nel caso di episodi sporadici, le motivazioni potrebbero risiedere nell’assunzione troppo veloce del cibo durante il pasto o delle porzioni troppo abbondanti che saturano lo stomaco del cane.
Può anche accadere che il cane mangi qualcosa che non sia idoneo per la sua alimentazione e abbia questo sintomo come reazione per l’espulsione. In questo caso vi suggeriamo anche di dare un’occhiata a questo articolo dove sono elencati tutti i cibi che non dovreste mai far mangiare al vostro fedele amico.
Nel caso di vomito o rigurgito sporadico vi suggeriamo di monitorare la situazione per verificare che non si ripeta in modo eccessivo, magari osservando anche nello specifico il comportamento del vostro cane mentre mangia, riducendo leggermente le porzioni e magari evitando cibi inappropriati.
Se il problema persiste, è invece necessario consultare subito il veterinario.

La gastrite

Un altro problema molto comune è la gastrite, spesso provocata da cibi non adatti, che magari il cane mangia da terra mentre è in giro a passeggio insieme a voi.
In questo caso il suggerimento è il medesimo del paragrafo precedente: monitorate attentamente il suo comportamento ed evitate che prenda cibi che non conosce o che non provengano da voi.
La gastrite causa molto spesso bruciore di stomaco e una cattiva digestione in quanto è una vera e propria infiammazione della mucosa dello stomaco. Anche qui, nel caso il problema si protragga, conviene sempre consultare il vostro veterinario.

La diarrea e la costipazione

Concludiamo poi con due problematiche relativamente comuni, entrambe causate sempre da una cattiva digestione.
La diarrea è sintomo di un mancato assorbimento da parte dell’intestino dei liquidi contenuti nell’alimentazione. Può essere causata da un frettoloso cambio di dieta (magari avete cambiato marca di crocchette), un virus intestinale di tipo batterico o un problema di natura più complessa e cronico.
Esistono dei rimedi naturali per contrastarla, tra cui il cambio di crocchette e l’utilizzo di integratori naturali per il ripristino della flora batterica.
Problema opposto è la costipazione, che si verifica quando il vostro cane evacua sporadicamente rispetto al normale. In questo caso il problema potrebbe essere causato dalla scarsità di fibre nel cibo, piuttosto che dall’assunzione di una ridotta quantità di acqua rispetto al suo fabbisogno giornaliero.
In questo caso è necessario invece procedere in modo opposto, cercando di adottare un’alimentazione che preveda più fibre, in modo da provare a porre rimedio e al contempo monitorare che il cane beva dalla sua ciotola, cambiando anche l’acqua con maggior frequenza per evitare che possa ristagnare e diventare irricevibile.

Le migliori tariffe per i nostri lettori. Risparmio Assicurato

Per tutti i lettori di Dog.it le migliori tariffe per viaggi vacanza o viaggi di affari

 

Leggi anche:

Impatto ambientale della carne destinata al pet food

Giuseppina Russo

Tumore nel cane anziano

Giuseppina Russo

Cane non mangia: le possibili cause del rifiuto

Giuseppina Russo

Sverminare il cane: ogni quanto?

redazione

Demodicosi cane: cos’è e quali sintomi provoca nell’animale?

Giuseppina Russo

Dieta Vegana per il cane

dogitpanel