Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers

Cura Salute

Malattie dei Cani: quali sono, cause, sintomi, rimedi

veterinario-che-cura-malattie-dei-cani

Le malattie dei cani possono essere di diversi tipi, spesso causate dal contatto con virus o batteri. Alcune patologie possono essere trasmesse all’uomo, altre invece riguardano esclusivamente il mondo canino.

In questa Guida ti indicheremo le malattie più comuni, contagiose e potenzialmente mortali per il cane. Troverai una dettagliata analisi per ogni patologia con relative cause, sintomi e cure.

Di seguito ti indicheremo quali sono le malattie dei cani più comuni, come prevenirle e come curarle.

Malattie dei Cani: le più comuni e pericolose

Le malattie dei cani, ad oggi, non risultano tutte curabili al 100%. Purtroppo esistono alcuni virus per i quali la medicina non ha ancora trovato le giuste cure.

Spesso inoltre i sintomi iniziali di diverse malattie infettive sono simili tra loro, risultando così difficili da distinguere.

Per questo motivo ti indicheremo 5 malattie potenzialmente mortali per il cane, con relative cause e rimedi.

Ecco le malattie dei cani che analizzeremo in maniera dettagliata nei prossimi paragrafi:

  • Leishmaniosi
  • Ehrilichiosi
  • Leptospirosi
  • Parvovirosi
  • Rabbia

Leishmaniosi

La prima tra le malattie dei cani che analizzeremo è la Leishmaniosi. Si tratta di una malattia infettiva e contagiosa, che causa danni progressivi al cane. In alcuni casi può essere anche trasmessa da animale a uomo. A causare questa infezione sono le punture di pappataci, piccoli insetti attivi principalmente nella stagione calda (da Maggio a Ottobre). I cani affetti da leishmaniosi sviluppano col tempo un processo infiammatorio a carico dei reni, che ne compromette il funzionamento e ne limitano la capacità di filtraggio. Se la malattia non viene curata, a lungo andare il cane soffrirà di insufficienza renale cronica con conseguente aumento delle probabilità di decesso.

Per maggiori info: “Cos’è la Leishmaniosi, come curarla, quanto vive un cane malato”.

Cause:

Punture di insetti chiamati Lishmania Infantum (pappataci). Il flebotomo trasporterà il parassita, diffondendone l’infezione.

Sintomi:

  • Spossatezza;
  • Tristezza;
  • Gonfiore e dolore alle articolazioni;
  • Dimagrimento;
  • Linfonodi ingrossati;
  • crescita anomala delle unghie.

Rimedi:

Specifica terapia che prevede l’uso di antibiotici somministrati per via venosa o cutanea.

Ehrilichiosi

Tra le malattie del cane più comuni c’è anche la Ehrilichiosi. Si tratta di una malattia parassitaria, che viene trasmessa principalmente dalle zecche. Le fasi della malattia sono tre: acuta, subacuta, cronica. Le fasi risultano molto rapide e in pochi giorni il cane può quindi ammalarsi gravemente. E’ una malattia che può provocare decesso. Il batterio è infatti in grado di infettare i globuli rossi contenuti nel sangue, e causarne un alteramento delle funzioni. Di conseguenza si rischia una distruzione totale delle piastrine con conseguenti danni all’apparato cardio-vascolare. Può causare convulsioni e stato di coma.

Per maggiori info sulle malattie parassitarie causate da zecche: “Guida all’Anaplasmosi: prevenzione, diagnosi, trattamento”.

Cause:

Puntura di Rhipicephalus sanguineus (zecca comune).

Sintomi:

  • Spossatezza;
  • Febbre;
  • Dimagrimento;
  • Inappetenza;
  • Sanguinamento dal naso;
  • Ematomi;
  • Anemia.

Rimedi:

Specifica terapia a base di antibiotici contenenti Amfotericina B liposomiale, o Miltefosina.

 

Leptospirosi

Grave malattia batterica, la Leptospirosi risulta spesso fatale se non curata in tempo. Tra tutte le malattie dei cani una delle più pericolose, può anche essere trasmessa da animale a uomo. A contrarre questa malattia non sono soltanto i cani ma anche bovini, suini e roditori. La via principale di trasmissione del batterio è tramite l’urina, che entrando in contatto con il sangue o per via transplacentare, ne causa l’infezione. Solitamente nella prima fase della malattia, causa meningite e rigidità del collo, fino ad arrivare poi ad insufficienza renale e a causare gravi danni al fegato.

Per maggiori info: “Leptospirosi nel cane: Prevenzione, Cura, Sintomi”.

Cause:

Urina infetta dal batterio Leptospirosi interrogans.

Sintomi:

  • Febbre;
  • Vomito;
  • Diarrea;
  • Perdita di peso;
  • Difficoltà respiratorie;
  • Aumento dell’urinazione.

Rimedi:

Specifica Terapia che prevede cure a base di medicinali antibiotici come doxicilina o penicillina.

 

Parvovirosi

La Parvorvirosi è una malattia gastroenterica, e risulta potenzialmente mortale per i cani. Colpisce principalmente i cuccioli con età inferiore a 6 mesi, o cani adulti non vaccinati. Si trasmette per via orale o fecale, l’infezione avviene attraverso il contatto con feci contaminate. Ci sono varie fasi della malattia, che può passare da una fase lieve ad una fase mortale nel giro di poche settimane. E’ probabilmente una delle più contagiose malattie dei cani esistenti. Il batterio si diffonde con estrema facilità e può infettare anche oggetti o ambienti. Questo virus colpisce soltanto cani e canidi selvatici, non può essere trasmesso all’uomo o ad altre specie animali.

Per maggiori info: “Come proteggere Fido dalla Parvovirosi”.

Cause:

Contatto con feci infette da virus senza envelope (Parvovirus Canino).

Sintomi:

  • vomito,
  • diarrea,
  • febbre,
  • dolori addominali,
  • spossatezza,
  • sangue nelle feci,
  • inappetenza,
  • letargia,
  • tachicardia.

Rimedi:

Specifica terapia con medicinali antibiotici, antiemetici, anti-H2. Spesso è richiesto digiuno di almeno 24 ore prima di iniziare il trattamento. Rivolgersi sempre al veterinario di fiducia prima di iniziare qualsiasi terapia.

Rabbia

La Rabbia, tra tutte le malattie dei cani, è senza dubbio quella più conosciuta. Grave patologia infettiva che può essere anche trasmessa all’uomo, causa alterazione del sistema nervoso e disfunzioni alle ghiandole salivari. I sintomi vanno da senso di paura a irrefrenabile aggressività. Può causare convulsioni, paralisi e relativo decesso del cane. Questa malattia si contrae in caso di contatto con saliva, ferite o morsi di animali già infetti. Gli animali più a rischio sono: pipistrelli, procioni, volpi, cani.

Per maggiori info: “Rabbia nel cane: sintomi, cura, prevenzione”.

Cause:

Trasmissione del virus Rhabdoviridae tramite saliva o morsi di animali infetti.

Sintomi:

  • Ansia,
  • nervosismo,
  • solitudine,
  • aggressività,
  • febbre,
  • comportamento anomalo,
  • cambio di tono della voce,
  • salivazione eccessiva.

Rimedi:

Attualmente non esistono terapie specifiche per curare la rabbia, vista la sua elevata contagiosità (anche per l’uomo) e tasso di mortalità.

Leggi anche:

Cuccia per cani: ecco come sceglierla

Giuseppina Russo

Il cane come supporto morale a donne vittime di violenza domestica

dogitpanel

Odore del cane, ecco 4 consigli utili per migliorare

dogitpanel

Accessori per cani: ecco quelli più utili e interessanti!

Vincenzo F.

Sterilizzazione del cane, quando e perché

redazione

Veterinario online: un’ottima idea in tempi di emergenza coronavirus

Giuseppina Russo