Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Cura Prevenzione Salute

Aborto spontaneo nel cane: le possibili cause…

La riproduzione è un fatto naturale.

Questo però non vuol dire che sia privo di pericoli (circostanza vera tanto per la razza umana, quanto per quella canina).

E che si possa arrivare ad un aborto spontaneo nel cane.

Approfondiamo insieme quest’argomento…

Aborto spontaneo nel cane: prime notizie sulla gravidanza canina

Innanzitutto ci sono molte cosa da sapere in merito.

Ad esempio che la gravidanza canina ha una durata media di 9 settimane.

Che generalmente i sintomi di una gravidanza sono gli stessi per tutte le razze, con la peculiarità che nelle razze di piccola taglia è più semplice notare un aumento della circonferenza addominale.

Se una delle prime accortezze è la palpazione addominale, che permette di diagnosticare lo stato interessante, è sempre consigliabile eseguire un’ecografia per accertarsi della gravidanza ed escludere patologie a carico dell’apparato riproduttore che possono determinare gonfiore addominale.

Che successivamente, a partire dal 45° giorno di gestazione, sarà opportuno effettuare una radiografia per verificare quanti cuccioli sono presenti (in questo periodo di gestazione, infatti, le ossa dei feti si saranno calcificate e sarà, quindi, possibile contare colonne vertebrali e teste dei piccoli).

Insomma, quando si decide di far accoppiare e riprodurre il proprio animale bisogna riflettere attentamente.

E pianificare quanto possibile per dare alla propria cagnolina e ai suoi cuccioli tutto ciò di cui hanno bisogno.

Alcune delle possibili cause di aborto nel cane

Nonostante la maggior parte delle gravidanze procedano normalmente, ci sono casi in cui possono presentarsi dei problemi. Talvolta anche molto seri. Tanto da indurre un aborto spontaneo nel cane e la morte dei cuccioli.

Purtroppo l’interruzione di gravidanza in un cane non sempre può essere predetta con largo anticipo.

Può accadere di essere attenti e coscienziosi e che comunque la triste vicenda si verifichi.

Esistono però una serie di fattori “predisponenti” all’aborto nella cagna:

  • età: le femmine devono aver raggiunto la completa maturità riproduttiva (una cagnolina troppo giovane può avere dimensioni troppo esigue per portare in grembo i cuccioli e non godere delle forze sufficienti, oltre alle maggiori probabilità che i cuccioli siano pochi e molto piccoli); andrebbero evitati i concepimenti sotto i due anni (alcuni gravi problemi, come ad esempio la displasia dell’anca, si evidenziano intorno a quell’età, ed aspettare significa garantire che non vengano trasmessi ai nascituri); tuttavia anche far riprodurre cani in età già avanzata può avere delle implicazioni per quanto riguarda la probabilità di sopravvivenza e il numero dei cuccioli
  • condizioni dei genitori: entrambi devono essere sani e godere di ottima salute
  • patologie ereditarie e difetti congeniti: all’interno del patrimonio genetico di diverse razze si riscontrano con una certa frequenza patologie o condizioni ereditarie, alcune delle quali possono determinanti aborto spontaneo. È bene dunque che sia la madre che il padre vengano sottoposti ai test per valutare il caso specifico.

Interruzione di gravidanza nel cane altre possibili cause

E la lista continua con:

  • malattie infettive trasmesse sessualmente: si pensi alla brucellosi, che generalmente non presenta sintomi o problemi significativi nei cani che ne sono affetti, ma aumenta notevolmente la probabilità di aborto, per cui è necessario che, a scopo preventivo, entrambi i genitori facciano dei test
  • altre infezioni che si possono presentare durante la gravidanza: infezioni batteriche, virali e micotiche sono molto pericolose, non solo per la salute della futura mamma, ma anche per quella dei suoi cuccioli. Assicuratevi che la cagnolina sia vaccinata e in regola con i richiami così da essere certi di evitare l’insorgenza di alcune delle più gravi patologie che possono interessare un cane
  • squilibri ormonali: possono compromettere la salute e le probabilità di sopravvivenza dei cuccioli, oltre a portare ad aborti o nascite premature.

Ma non solo di cause fisiche si parla. Anche quelle psicologiche ed emotive contribuiscono notevolmente.

Si pensi allo stress: ad alti livelli può contribuire all’interruzione di gravidanza, pertanto è importante tenere la futura mamma in un ambiente sicuro, dove possa sentirsi a suo agio, ed essere serena e tranquilla.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)
error: © copyright dog.it