Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Curiosità

Il cane a Pasquetta: dove andare se vivi al Sud

Molte, e molto affascinanti, le proposte per il w.e. di Pasqua e Pasquetta che abbiamo proposto tra Nord e Centro Italia.

Ma altrettanto belle sono le mete che offre il nostro amato Sud per chi trascorre le meritate vacanze in compagnia di Fido.

Vediamo allora dove portare il cane a Pasquetta…

Il cane a Pasquetta in Ciociaria e in Campania

Conoscete la Ciociaria e il territorio circostante, fra il Parco d’Abruzzo e il Parco del Matese?

Un ambiente ricco di storia, le cui tappe imperdibili sono a nostro avviso:

  • Anagni, la Città dei Papi
  • Fiuggi, con il suo centro termale
  • Cassino con la celeberrima Abbazia.

Ma anche una zona strategica per passeggiate e trekking nei parchi naturali, e tra questi:

  • il Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini
  • la Riserva Naturale del Lago di Canterno
  • i numerosi sentieri e panorami che si affacciano su distese verdeggianti e rigeneranti montagne.

Gli amanti del mare dovrebbero invece approfittarne per una gita alle isole Pontine.

Il tutto reso ancora più piacevole della imperdibili specialità locali!

Passiamo alla Campania.

Anche qui le tappe sono molteplici:

  • Procida: l’isola è davvero bella, e potrete godervi il sole e il mare con Fido, con tanto di bagno inaugurale della stagione
  • la Costiera Amalfitana: la bellezza di questi luoghi è impareggiabile; pernottando a Salerno potrete facilmente raggiungere Amalfi, Ravello, Maiori e godervi panorami indimenticabili insieme al vostro peloso
  • il Cilento e Palinuro: a Pasqua, ovvero fuori dalla stagione balneare canonica, potrete non solo godere della bellezza infinita dei luoghi ma anche fare un salto in spiaggia con i cani.

Senza tralasciare che la Campania è una Regione il cui territorio è composto perlopiù da colline, che ricoprono circa il 50% del totale, e da un buon 35% di montagne.

E vogliamo tralasciare i tantissimi siti archeologici e artistici, la sua straordinaria gastronomia, o il fatto che i campani sono aperti e gentili?

Insomma, una bella meta per voi e i quattro zampe!

Con Fido a Pasquetta in Puglia e in Calabria

Spostiamoci in Puglia.

Il Gargano con i suoi borghi, in primis Vieste, è una zona molto ospitale verso i 4 zampe.

Il Parco del Gargano è adattissimo per le escursioni, ma pure due salti in acqua sono d’obbligo.

In generale tutta la regione offre molte opportunità di divertimento e svago.

Per chi ama il mare e le spiagge ci sono 800 Km di coste toccate da Ionio e Adriatico con scogliere a picco, spiagge bianche, dorate e nere lambite da acque cristalline con numerose strutture pet friendly (villaggi turistici, hotel, campeggi, lidi e ristoranti).

Dall’altra parte l’entroterra, con vaste pianure e dolci rilievi che si alternano a boschi rigogliosi, offre la possibilità di fare lunghe passeggiate con il cane.

Oltre il Gargano, la Terra di Bari, le Murge e le Gravine, passando per la Valle d’Itria e le terre dei Trulli, scendendo fino al Salento.

Anche la Calabria sarà una scoperta bellissima in compagnia di Fido.

Cominciamo con il mare:

  • Reggio Calabria – Lido Calypso: oltre alla splendida vista della Sicilia, in questa spiaggia sono benvenuti cani di tutte le taglie (muniti di guinzaglio e sacchetti). E’ presente un’area dedicata e offerta una ciotola d’acqua.
  • Cariati – Vascello Club Resort: riconosciuto come “STRUTTURA ANIMAL FRIENDLY” dalla Federazione Italiana Associazioni Diritti Animali e Ambiente, ha numerosi servizi per cani come: Dog beach con relativi servizi per i cani (doccia, pedane in legno, ciotole);  Area sgambamento e per dog agility con relative attrezzature; Dog house, con punto per lavaggio e toelettatura cani.
  • Torre Melissa (Crotone) – Spiaggia libera: in questo piccolo comune vicino Crotone la spiaggia è libera per tutti
  • e diverse altre.

Continuiamo con i luoghi più indicati per le passeggiate:

  • Serra San Bruno
  • il Sentiero Frassati: un percorso ad anello, che parte precisamente dalla Certosa di Serra San Bruno, raggiunge prima il santuario di Santa Maria nel Bosco e poi prosegue in mezzo alle montagne fino ad arrivare alle località di Mongiana e Fabrizia
  • Mongiana: oltre al laghetto, c’è il Parco di Villa Vittoria che è un luogo perfetto per passare qualche ora con tutta la famiglia
  • il Parco Nazionale della Sila: offre sia “semplici” passeggiate nei centri storici dei borghi (Acri, Longobucco, San Giovanni in Fiore e Camigliatello), che sul lungolago dell’Arvo, che escursioni di trekking
  • il Parco Nazionale del Pollino: tra le passeggiate consigliate con il cane, il sentiero costruito sull’ex strada ferroviaria che collegava Morano Calabro a Castrovillari.

E nella patria dei Bronzi di Riace non potevano mancare musei accoglienti: ne segnaliamo uno in particolare, il Museo della Liquirizia Amarelli di Rossano, perché totalmente pet-friendly.

Sicilia e Sardegna per il cane a Pasquetta

Vacanza “bestiale” per il cane a Pasquetta in Sicilia?

Certo che sì!

Bellissima isola, carica di cultura, arte e buon cibo, è visitabile anche col proprio cane.

Sicuramente, il modo migliore è con l’auto o il camper.

Per chi arriva a Messina, la costa est dell’isola offre veramente tanto:

  • Taormina: il Teatro Antico e l’area del Parco archeologico di Naxos sono accessibili anche in compagnia dei 4 zampe purché muniti di guinzaglio, museruola e sacchetti
  • Catania: visita della città tra monumenti, chiese e architettura Barocca, ed escursione organizzata al Parco dell’Etna (alcune aziende predispongono dei percorsi dog friendly)
  • Siracusa con Ortigia, cuore della città antica e porto sul mare
  • Portopalo: chilometri di spiagge deserte dove fermarsi e godersi il mare in pace con il cane.

Spostandoci sulla costa occidentale:

  • Palermo: oltre tutte le straordinarie testimonianze storiche, segnaliamo alcune aree verdi nei pressi del centro storico, vale a dire il Parco del Foro Italico, il Giardino di Villa Giulia, il Parco di Villa Trabia
  • Trapani: ricca di tradizione e cultura marinara, offre il parco verde Giardini Margherita situato nel centro storico vicino al porto
  • Erice: a 703 mt sul livello del mare, è raggiungibile con una funivia pet friendly, per godere insieme di un panorama unico
  • Agrigento e la Valle dei Templi: qui i cani possono entrare con i loro padroni se muniti di museruola e guinzaglio (attenzione perché l’area è frequentata da randagi)
  • Porto Empedocle e Scala dei Turchi.

E il cane a Pasquetta in Sardegna?

Of corse!

Raggiungibile in traghetto o aereo, l’isola offre coste e mare meravigliosi, ma un altrettanto affascinante e variegato entroterra.

Ecco allora cosa poter fare col cane se si ha la fortuna di raggiungere quest’isola per Pasqua:

  • relax in spiaggia: trattandosi di un periodo di “bassa” stagione, la frequentazione sarà piuttosto semplice; fra le tante doggie beach c’è un tratto della celebre spiaggia del Poetto a Cagliari (la spiaggia urbana più grande d’Europa), un’incantevole cala nell’isola di Caprera, una porzione delle dune di Piscinas, alcune spiagge della Costa Smeralda, una porzione di arenile della spettacolare Costa Rei
  • dog Trekking: tantissimi i percorsi immersi nella sua natura selvaggia che meritano di essere condivisi con Fido:
    1. Montes Orgosolo – Nuoro: dal Gennargentu al rio Flumineddu, passando per il Supramonte orgolese, questa foresta si estende per ben 4.500 ettari, offrendo diversi percorsi di trekking con differenti livelli di difficoltà (si tratta però di un’oasi protetta, motivo per cui è consigliato avere sempre con sé il guinzaglio)
    2. Parco Stagno di Platamona – Sassari: lo stagno, una laguna nel mezzo di una verdissima vegetazione sardo-corsa, rappresenta un percorso poco complesso; sede di moltissime nidificazioni di uccelli, è luogo di diverse iniziative per la sensibilizzazione al rispetto degli animali
    3. Sinnai – Cagliari: territorio ricco di biodiversità che si estende dall’entroterra fino al mare, offre tantissimi percorsi di trekking medio-facili lungo i quali perdersi tra le conifere e ammirare le alte vette del Serpeddì e del sa Ceraxa
    4. Punta la Marmora – Nuoro: si superano i 1.800 metri di altezza, alla scoperta dei panorami alle pendici del Gennargentu, e spesso alcune associazioni cinofile organizzano vere e proprie gite dog friendly
    5. Monte Forte – Sassari: con i suoi 464 metri di altezza, è adatto a cani (e umani) poco allenati; 10 km di relax tra i boschi di lecci, in cui visitare il lago di Baratz e godere dei panorami incantevoli dalla Torre Bianca di Porto Ferro.

Il cane a Pasquetta, e in ogni giorno dell’anno, NON va mai considerato un peso o un impedimento. Anzi è solo un arricchimento.

E con questa nostra panoramica in giro per l’Italia speriamo di averlo dimostrato, e di aver contributo al suo, e al vostro, divertimento…

Leggi anche:

Caffè e ristoranti per cani in giro per il mondo…

Giuseppina Russo

11 cose che i cani possono prevedere. Ecco quali sono

dogitpanel

Ma i cani vedono i colori oppure hanno una visione in bianco e nero?

Giuseppina Russo

Puggle: cane a metà tra carlino e beagle…

Giuseppina Russo

Vista dei cani: dai colori ai particolari, cosa vede realmente Fido?

Giuseppina Russo

Pet Therapy: cani e autismo

Giuseppina Russo