Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Sono il cane più vecchio del mondo: ho 22 anni e vivo a Los Angeles col mio papà

Ciao a tutti, mi presento: sono Gino e sono un incrocio tra un American Eskimo Dog e un Chihuahua e sono stato incoronato nel 2022, il cane più anziano del mondo entrando così di fatto nel Guinness World Record

 

Nonostante la sua veneranda età, Gino non si fa mancare mai le uscite giornaliere insieme al suo inseparabile amico umano.

Gino è sicuramente il cane meticcio più anziano del mondo e sappiamo che spesso i cani di razza da cui Gino deriva, hanno una vita più breve a causa dell’insorgere di patologie genetiche. Si stima infatti, che la vita media di un Chihuahua è di circa 15-20 anni massimo, ma Gino è in ottima forma e di anni ne ha 22!

I suoi segreti?

Cucina casalinga, attività fisica giornaliera ed una bella dose di coccole. Il papà di Gino è infatti molto attento al suo piccolo e ne ha approfittato per lanciare un messaggio di responsabilità ed amore a tutti coloro che lo seguono. Il papà di Gino, dice che preferire l’adozione all’acquisto di un cane è un segno di rispetto per tutti i pelosi che vivono in condizioni di disagio e abbandono. Proprio questo tema è sempre attuale e molte sono le associazioni animaliste che cercano di sensibilizzare all’adozione, come l’Enpa, con le sue adozioni del cuore. 

Gino in ottima forma con il suo umano

 

 

 


Iscriviti alla Newsletter di Dog.it per restare sempre aggiornato sul mondo del cane: storie, appelli, richieste di adozione, nuovi prodotti pet e offerte riservate ai nostri lettori!

Leggi anche:

Se il canile è un lager, il sequestro salva 444 cani

Monica Nocciolini

“Avevo solo bisogno di amore”. Il cane Rocco, da ranocchio a bellissimo principe 

dogitpanel

Addestrato per i combattimenti, cane piange quando gli regalano una cuccia

dogitpanel

Ammazza il cane del vicino e posta il video sui social

Monica Nocciolini

Il cane abbaia, lui lo ammazza a sassate. Condannato e arrestato

Monica Nocciolini

Il grande Totò definì così i nostri amici cani: “A metà tra angeli e bambini”. La sua prima poesia per il barboncino Dik

Monica Nocciolini