Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Ha vissuto per 10 anni in catene, ora è finalmente libero

Alcuni cani, non “nascono randagi”, ma è come se lo fossero perché vivono abbandonati a se stessi, senza amore, senza cure.

Questo è il caso di questo cane, di razza Barbone color nero, che ha vissuto tutta la sua vita in catene e maltrattato. Qual’è la sua colpa? Perché un essere vivente deve essere trattato così?

Quando una donna, viene a sapere della sua condizione, si reca sul posto: il piccolo era abbandonato in mezzo rifiuti e lamiere, aveva due ciotole vicino a sé ma entrambe vuote, senza acqua né cibo. Era sporco, il suo pelo aggrovigliato e la sua aria triste e infelice. Aveva un nastro verde al collo come a segnalare “non sono abbandonato, vivo proprio così”.

La donna ha subito preso in carico il cane, portandolo via con sé, ripulendolo e fornendogli pasti adeguati.

Oggi il piccolo vive con lei e non potrebbe essere più felice: dopo 10 anni passati con la catena al collo, in una vita fatta di stenti, senza aver mai giocato con una palla, oggi è libero. La donna racconta di un cane curioso e vivace che si meraviglia per ogni cosa, come fosse ancora un cucciolo. Una storia strappalacrime che ci fa capire l’importanza della cura e dell’affetto per i cani.


Iscriviti alla Newsletter di Dog.it per restare sempre aggiornato sul mondo del cane: storie, appelli, richieste di adozione, nuovi prodotti pet e offerte riservate ai nostri lettori!

Leggi anche:

“Aiuto, sono qui”. Cane cade in un pozzo molto profondo e riesce ad attirare i suoi soccorritori 

dogitpanel

Cane si lancia dalla finestra per salvare la sua umana credendola in pericolo

Monica Nocciolini

Bimbo di 8 anni scampato alla guerra in Siria, soccorre ed accudisce per ore randagio dopo investimento

dogitpanel

Il cane Balto perso da sei mesi ritrova la sua famiglia

Monica Nocciolini

Cane randagio pugliese adottato da una coppia di Amsterdam: il lungo viaggio per andare a prenderlo

aggiornamenti

Lo abbandonano per via della malformazione, ma il cane che sorride fa innamorare il web

Monica Nocciolini