Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Cucciolo randagio adottato da una squadra di netturbini diventa la loro mascotte 

storie di cani

La storia che vi raccontiamo oggi riguarda un cucciolo di nome Basureke, diventato cagnolino mascotte di una squadra di spazzini.

Il cucciolo in questione è stato sempre socievole e aperto con tutti, ma un giorno è stato avvicinato da uno spazzino, che stava affrontando la sua giornata di lavoro e ha conosciuto così il resto della squadra.

Il cagnolino, pian piano, ha iniziato a trascorrere le giornate in loro compagnia, diventando così la mascotte della squadra.

I ragazzi hanno avuto anche una brillante idea, ovvero vestire il loro cagnolino con il giubbotto fluorescente arancione, quello tipico dei netturbini, e cominciare così a guadagnarsi le crocchette.

Il piccolo cucciolo seguiva i suoi colleghi per quasi tutta la giornata per poi tornare il giorno seguente.

Il video è stato condiviso dai colleghi sulla pagina social TikTok, riscuotendo molte visualizzazioni.

“Come è bello Basureke con il suo giubbotto. Grazie ai suoi colleghi, questo cane lavora più di alcune perosne che conosco”, sono solo alcuni dei commenti apparsi sotto.

Credits:Youtube/ @Videos

 


Iscriviti alla Newsletter di Dog.it per restare sempre aggiornato sul mondo del cane: storie, appelli, richieste di adozione, nuovi prodotti pet e offerte riservate ai nostri lettori!

Leggi anche:

Husky sordo abbandonato in una discarica per oltre un mese. Oggi ha una nuova famiglia 

dogitpanel

Quando capisce che quest’uomo vuole portarlo a casa con lui, il cane gli si accuccia sulla spalla 

dogitpanel

Cane ritrovato con un tubo metallico incastrato sulla testa: si cercano i colpevoli 

dogitpanel

Dopo essere stata investita, rimane a lungo a terra nell’indifferenza dei passanti, ma il suo amico cane non la lascia un attimo 

dogitpanel

“Dai mamma un altro po’, poi esco!” Questo Golden rifiuta di uscire dalla piscina facendo finta di niente

aggiornamenti

Giallo sul beagle col microchip: trovato a Genova, arriva da Trento. Ma di chi è?

Monica Nocciolini