Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Salute

Laser terapia: una valida alleata anche per cani e gatti…

L’acronimo LASER indica l’amplificazione di luce per mezzo di un’emissione stimolata di radiazioni.

Tecnica, quella della medicina laser, ampiamente adottata per gli umani.

E di largo utilizzo anche in ambito veterinario.

Vediamo di cosa si tratta, e quali sono le patologie che vengono trattate con la laser terapia…

Laser terapia: una valida alleata anche per cani e gatti…

La laser terapia utilizza la luce per produrre effetti terapeutici e benefici sull’organismo.

Si veicola il fascio con un trasduttore per far assorbire l’energia luminosa dalla pelle.

Qui la luce interagisce con varie molecole dette cromofori.

Questa modalità, semplice e indolore, produce effetti antinfiammatori, analgesici, antiedemigeni e biostimolanti, sia a livello cellulare che dei tessuti.

A livello dei tessuti, in particolare, possono registrarsi effetti:

  1. fotochimici: si traducono principalmente nell’aumento di produzione di ATP, fonte energetica della cellula, nell’incremento nella sintesi delle proteine e degli acidi nucleici, nell’attivazione enzimatica e nell’aumento del turnover metabolico; questi processi facilitano il recupero in caso di processi infiammatorie degenerativi o eventi traumatici
  2. fototermici: derivano dalla conversione dell’energia in calore, che aumenta la velocità di molte reazioni biochimiche, induce una moderata vasodilatazione, con un maggior apporto di ossigeno e sostanze nutritive ai tessuti, accelera la rimozione dei cataboliti, rilassa i tessuti
  3. fotomeccanici: stimolano le cellule e favoriscono i processi di guarigione, in particolare il drenaggio degli edemi di origine infiammatoria, la riattivazione del microcircolo tissutale, l’ossigenazione dei tessuti.

Dunque, sintetizzando, la laser terapia:

  • determina un veloce recupero dell’integrità strutturale dei tessuti
  • migliora la circolazione del sangue
  • riduce il dolore e il gonfiore
  • funziona da antinfiammatorio.

Indicazioni terapeutiche delle cure con laser

Alla luce dei vantaggi appena elencati, l’impiego del laser anche in ambito veterinario è molto ampio.

Viene infatti adoperato in caso di artrosi (dell’anca, del ginocchio, del gomito, della spalla).

In caso di: edemi, ematomi, ferite cutanee (anche infette o estese).

Nei post-operatori (dei tessuti molli, delle fratture, nella chirurgia osteo/articolare).

E ancora nei casi di:

  • Fistole perianali
  • Granulomi da leccamento
  • Otiti acute e croniche
  • Piaghe da decubito
  • Protrusioni discali
  • Spondilosi/spondiloartrosi
  • Strappi/stiramenti muscolari.

Ben venga, dunque, la laser terapia in veterinaria, anche perché i proprietari degli animali possono assistere ai trattamenti, che come detto sono indolore oltre che piuttosto brevi.

Leggi anche:

Epatopatia nel cane causata da accumulo di rame

Giuseppina Russo

Epatite infettiva canina: cos’è e come affrontarla

Giuseppina Russo

Leucemia nel cane: sintomi, diagnosi, trattamento

Giuseppina Russo

E se Fido presenta delle malattie sulla pelle?

Giuseppina Russo

Malassezia nel cane: come curarla

Giuseppina Russo

Massaggio al cane: anche Fido può godere dei suoi benefici

Giuseppina Russo