Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Notizie

No al divieto di nutrire i cani randagi. Parola di giudice

Vietato vietare di dar da mangiare ai cani randagi: lo ha stabilito il Tribunale amministrativo regionale (Tar) della Campania sospendendo l’ordinanza emanata dal sindaco del comune di Carinaro, nel Casertano, che imponeva proprio il divieto di nutrire gli animali randagi.

Il Tar ha però bocciato l’iniziativa, rimettendo la pappa in tavola anche ai cani senza famiglia. Non ha retto, dinanzi ai giudici, la motivazione d’interesse pubblico addotta dal primo cittadino di Carinaro e legata all’interesse pubblico. Secondo il Tar è prevalente il pericolo che gli animali, non sfamati, muoiano di stenti.

Inoltre, secondo quanto espresso dai giudici amministrativi, l’interesse pubblico è semmai nell’esigenza di evitare situazioni di rischio igienico-sanitario, sì, ma legate ad esempio all’abbandono di avanzi di cibo per strada. Questo però attiene ai comportamenti umani, e non devono rimetterci i quattro zampe orfanelli.

Sta alle persone rimuovere resti o contenitori dopo aver somministrato la pappa ai randagi. Se non lo faranno, rischieranno la multa prevista per chi abbandona rifiuti in strada in luoghi non idonei.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
3.91 / 5 (22 voti)

Leggi anche:

Coronavirus: stop del governo alle adozioni nei canili

dogitpanel

Se cane morde cane, cosa dice la legge. A Verbania rinvio a giudizio con maxirisarcimento

Monica Nocciolini

Anche i cani, nel loro piccolo, si stressano. Col lockdown aumentati i morsi

Monica Nocciolini

Anche i cani si fanno le facce, è l’empatia

Monica Nocciolini

I cani litigano, gli umani si prendono a colpi di machete

Monica Nocciolini

Chi passeggia di più col cane? Inglesi campioni d’Europa

Monica Nocciolini
error: © copyright dog.it