Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Notizie

No al divieto di nutrire i cani randagi. Parola di giudice

Vietato vietare di dar da mangiare ai cani randagi: lo ha stabilito il Tribunale amministrativo regionale (Tar) della Campania sospendendo l’ordinanza emanata dal sindaco del comune di Carinaro, nel Casertano, che imponeva proprio il divieto di nutrire gli animali randagi.

Il Tar ha però bocciato l’iniziativa, rimettendo la pappa in tavola anche ai cani senza famiglia. Non ha retto, dinanzi ai giudici, la motivazione d’interesse pubblico addotta dal primo cittadino di Carinaro e legata all’interesse pubblico. Secondo il Tar è prevalente il pericolo che gli animali, non sfamati, muoiano di stenti.

Inoltre, secondo quanto espresso dai giudici amministrativi, l’interesse pubblico è semmai nell’esigenza di evitare situazioni di rischio igienico-sanitario, sì, ma legate ad esempio all’abbandono di avanzi di cibo per strada. Questo però attiene ai comportamenti umani, e non devono rimetterci i quattro zampe orfanelli.

Sta alle persone rimuovere resti o contenitori dopo aver somministrato la pappa ai randagi. Se non lo faranno, rischieranno la multa prevista per chi abbandona rifiuti in strada in luoghi non idonei.

Leggi anche:

Pet-visiting: quando nelle corsie ospedaliere hanno accesso pure i cani

Giuseppina Russo

Caffè e ristoranti per cani in giro per il mondo…

Giuseppina Russo

Crescono le adozioni e i soccorsi di animali. Bilancio positivo dell’OIPA

dogitpanel

Nove cani avvelenati, è allarme bocconi killer nel frusinate. Intossicato anche un cane dei Carabinieri Forestali

Monica Nocciolini

“Basta canile per Jake… me lo ha detto Beau”: dopo il lutto, Tiziano Ferro adotta un altro cane

Monica Nocciolini

Avvelenati e trafitti da frecce, a Scicli monta la paura per il killer dei cani

Monica Nocciolini