Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Notizie

Il cane va operato, Fedez fa una donazione e gli salva la vita

Il bene si fa ma non si dice. Il gesto di generosità del cantante Fedez verso un cane malato, però, avvenuto via social, non ha fatto in tempo ad essere oscurato prima di venir notato. E’ accaduto su Twitter, dove una ragazza aveva chiesto aiuto per operare il suo cane Leo.

Due ernie bilaterali stavano comprimendo la prostata del quattro zampe che, senza intervento chirurgico, rischiava il blocco intestinale. A dieci anni, non sarebbe sopravvissuto. Il cane era già in codice rosso in clinca veterinaria. Due gli interventi differenti che sarebbero stati necessari. Mancavano i soldi per pagarli. La famiglia non poteva permettersi quei 639 euro. Fedez sì, però.

Evidentemente il cantante – non nuovo a gesti solidali – ha notato quell’appello disperato. Così, ha ricondiviso il tweet della ragazza e poi ha effettuato lui stesso la donazione dei 500 euro che mancavano per raggiungere la cifra necessaria a pagare l’operazione.

Tempo pochi minuti, l’intervento di Fedez è divenuto virale. Ma l’intenzione era che rimanesse invece un fatto riservato. Così la giovane proprietaria del cane ha scelto di rendere privato il suo profilo che ha rinominato Grazie Fede, oscurando i tweet e le foto del cane.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
4.83 / 5 (6 voti)

Leggi anche:

Spara al cane col fucile, denunciato dai carabinieri

Monica Nocciolini

Torna il ‘cane che canta’, avvistato primo esemplare dopo 50 anni

Monica Nocciolini

Impennata nel traffico clandestino di cuccioli. Sequestrati in 115

Monica Nocciolini

Cani pasticcioni, tre salvataggi in poche ore a Isola Capo Rizzuto

Monica Nocciolini

Cane annegato nel lago con un peso attaccato al collo. E’ giallo alle porte di Firenze

Monica Nocciolini

Piccole unità cinofile crescono. Il soccorso alpino si fa le zampe sull’Asiago

Monica Nocciolini