Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Notizie Prevenzione Salute

Emergenza coronavirus: si può portare il cane a spasso?

emergenza coronavirus e cane a passeggio

Da ieri non sono più solo Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna le regioni “a rischio” per via dell’emergenza coronavirus, dal momento che la zona rossa è stata estesa a tutta la penisola.

Questo significa che le misure restrittive inizialmente adottate per comuni come Codogno sono in vigore in tutta Italia.

Scuole e università restano chiuse OVUNQUE.

Messe, matrimoni e funerali sono sospesi DA PER TUTTO.

In OGNI città sono vietati gli assembramenti.

Per i locali è fatto obbligo di distanziare i posti a sedere di 1 metro e di chiudere entro le 18.

I cittadini possono lasciare il loro domicilio solo per motivi di lavoro o di salute documentabili, oppure per gli acquisti di alimenti e farmaci, o ancora per assistere i propri cari anziani o malati (condizioni che comunque vanno autocertificate).

Fornire un’autocertificazione falsa costituisce un reato perseguibile penalmente, che si va a sommare alle ripercussioni (sia pecuniarie che penali) che colpiranno quanti trasgrediranno i divieti.

Come comportarsi con le uscite quotidiane di Fido in questo momento di emergenza coronavirus?

Detto questo, resta il fatto che Fido necessita di uscire durante il giorno per espletare i suoi bisogni, e quindi come bisogna comportarsi?

Si tratta chiaramente di “una comprovata esigenza non rinviabile”, eppure le regole imposte vanno comunque rispettate.

Il che significa: passeggiate e soste più brevi del solito (il tempo necessario per le funzioni fisiologiche, e poi a casa!) evitando assembramenti, privilegiando orari poco affollati, e stando lontani da altri proprietari di animali domestici.

Ovviamente una volta rincasati sarà bene lavarsi accuratamente le mani, utilizzando il sapone o meglio ancora amuchina e simili; pulire Fido con salviettine igienizzanti e disinfettanti; e sterilizzare le superfici con cui il cane viene a contatto: tutto questo, però, per una semplice questione di igiene, dal momento che (è bene ricordarlo) cani e gatti NON trasmettono il coronavirus all’uomo…

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
4.15 / 5 (41 voti)

Leggi anche:

Coronavirus, appello di Monica Pais (veterinaria più amata d’Italia): “Non abbandonate i vostri cani!”

dogitpanel

Il coronavirus nel cane

Giuseppina Russo

Il cane le ‘sbrana’ il passaporto, lei si salva dall’epidemia cinese

Monica Nocciolini

Coronavirus, la psicosi che uccide. In Cina cani giù dalle finestre, è strage

Monica Nocciolini