Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Notizie

Cane liberato dalla catena, il tribunale lo restituisce alla stessa famiglia. Sentenza choc in Francia

Liberato dalla catena, il cane Spike è stato restituito alla famiglia con una sentenza che ha fatto discutere l’opinione pubblica francese. La decisione di archiviare la vicenda arriva dal tribunale di Meaux, un comune dell’Ile-de-France.

Era il 28 febbraio 2020 quando l’associazione Stéphane Lamart interveniva in un terreno in vendita dove Spike era tenuto legato a una catena ai piedi di un albero, senza contatti con la sua famiglia e senza poter accedere all’ambiente domestico. Il cane finì sotto sequestro, affidato all’associazione per il tempo dell’inchiesta.

Il rapporto dei veterinari, diffuso dal portale Wamiz.fr, parlava di un cane sofferente e spaventato, sempre pronto a chinare il capo e a mettere la coda tra le zampe a ogni minimo rumore o movimento brusco intorno. I proprietari di Spike, frattanto, si sono giustificati dicendo che il cane era solito recarsi – ospite sgradito – nella proprietà dei vicini. Così avevano pensato di rimediare legandolo in quel modo.

Secondo i giudici, i maltrattamenti non risultano sufficientemente accertati. Per questo il tribunale ha deciso di archiviare il caso e restituire Spike ai proprietari. L’associazione Stéphane Lamart, però, annuncia battaglia.

Leggi anche:

Pettorine come per i cani, ma per galline. La concorrenza… mette le ali!

Monica Nocciolini

L’associazione di volontari “La mia anima scodinzola” lancia un grido di aiuto

dogitpanel

Cani pasticcioni, tre salvataggi in poche ore a Isola Capo Rizzuto

Monica Nocciolini

Un 118 veterinario per randagi è il sogno di “Zero cani in canile”

dogitpanel

Italo contro l’abbandono degli animali. I volontari viaggeranno gratuitamente sui treni per staffette adottive

dogitpanel

Contributo per le adozioni dal canile scatena i timori degli animalisti

Monica Nocciolini