Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Curiosità Educazione

Cinofilia: le figure professionali proprie di questo settore

La cinofila italiana è in continua crescita, e per questo è il caso di fare chiarezza rispetto alle figure proprie di questo settore, che spesso vengono tra loro confuse.

Si tratta invece di professioni risultanti da percorsi formativi diversi, che pertanto assolvono compiti differenti.

Vediamo allora nel dettaglio le professioni del mondo della cinofilia…

Cinofilia italiana: chi sono il veterinario comportamentalista,  l’educatore cinofilo, e l’istruttore…

Cominciamo col chiarire ruoli e compiti di queste due figure.

Veterinario comportamentalista

Altamente specializzato, consegue prima la laurea e poi un master. 

Il suo lavoro si focalizza soprattutto sulla sfera psicologica. 

A lui ci si rivolge pertanto in caso di problemi comportamentali come aggressività, fobie e ansia.

Dunque, lo si vedrà spesso lavorare con cani morsicatori.

Ma non solo; infatti, tra le altre competenze:

  • Valuta alterazioni comportamentali provocate da problematiche mediche
  • Attua di corsi di formazione
  • Organizza Colloqui pre-adozione, specie in canile, e offre consulenza per l’inserimento di un cane in famiglia
  • Collabora con l’educatore cinofilo per percorsi di training.

Educatore cinofilo

Come lascia intuire il titolo stesso della professione, in questo caso ci si concentra soprattutto sull’aspetto educativo, e l’educazione coinvolge necessariamente la diade cane-proprietario.

Sarà in buona sostanza quest’ultimo a dover imparare come comportarsi col suo amico a quattro zampe.

A differenza della figura precedente, la formazione di questo professionista non è necessariamente veterinaria né universitaria.

La qualifica si ottiene infatti frequentando e superando con esito positivo dei corsi specifici.

Volendo semplificare, tra i compiti principali di un educatore cinofilo ricorrono:

  • educazione del cucciolo con finalità pro-sociali
  • rieducazione del cane adolescente o preadolescente con problematiche comportamentali (spesso in collaborazione con il veterinario comportamentalista)
  • approfondimento delle conoscenze del proprietario nei confronti del cane con riferimento alle caratteristiche di razza
  • potenziamento cognitivo dell’esemplare.

Istruttore/addestratore cinofilo

In questo caso parliamo del professionista che prepara e forma unità cinofile impiegate in attività cinofilo sportive, come:

  • agility
  • obedience
  • dog dance.

Oppure in attività sociali come:

  • la ricerca di stupefacenti
  • la ricerca delle mine antiuomo
  • le attività della protezione civile
  • la guida per i non vedenti
  • la pet therapy.

E con questo speriamo di aver chiarito alcuni dubbi, legittimi, in merito alle figure professionali della cinofilia italiana…

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)