Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Curiosità taglia piccola

Ecco a voi il cane più piccolo del mondo

il cane più piccolo del mondo

Il suo nome è Milly ed è entrata a far parte del Guinness World Record come cane più piccolo del mondo.

Infatti arriva a stento ai 10 centimetri di lunghezza e deve essere alimentata con il contagocce.

Vive a Porto Rico e non sorprende affatto che si tratti di un chihuahua: questa è non a caso una delle razze che annovera gli esemplari più piccoli in assoluto.

Di origine messicana, il suo peso può variare da 1,5 kg a 3 kg e la sua altezza dai 15 ai 35 centimetri: è chiaro che Milly è una versione toy del “classico” chihuahua!

Si tratta di una razza poco amichevole con gli estranei, molto protettiva con la cerchia familiare, abbastanza socievole con i consimili.

Piuttosto longevo e coraggioso.

Il cane più piccolo del mondo: non solo chihuahua…

Esistono anche altre razze di cani molto contenute: tra queste il Pomerania, cane di origine Prussiana, definito anche Volpino nano, è un esemplare longevo (che vive anche fino a 16 anni), che pesa al massimo 3 kg ed è alto non più di 22 centimetri.

Ha pelo folto e orecchie piccole orecchie, e a livello caratteriale è intelligente, affettuoso e giocherellone.

Tuttavia, è un cane abbastanza delicato, e quindi non adatto a tutti.

Il Maltese ha origini molto antiche e veniva utilizzato per stanare i topi nelle case.

Caratterialmente è affettuoso e protettivo, abbastanza incline alla convivenza coi bambini, purché non troppo piccoli.

Attenzione però perché necessita di stimolazione costante, essendo alquanto pigro.

Il Pincher ha una doppia indole: adatto ai bambini, dinamico e incline alla socializzazione, è però anche prepotente e diffidente con gli estranei.

È perfetto per la vita in appartamento ma ha bisogno di correre all’aria aperta.

Il Barboncino toy, usato in passato per la caccia alla volpe e all’anatra, è un cane giocoso, empatico e dolce.

È bene precisare che esiste differenza tra un cane di piccola taglia e un cane toy: sebbene questi ultimi “derivino” dai primi, i cani toy non esistono in natura (vengono “creati” appositamente per il mercato), motivo per il quale, spesso e volentieri, presentano diversi problemi ai denti (a causa dello spazio esiguo nella bocca), alla colonna vertebrale (spesso ingobbita), alle zampe (corte e storte), alla testa (troppo piccola, nella quale sovente si accumula liquido cerebrale, con conseguenti problemi neurologici).

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
3.67 / 5 (6 voti)