Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Curiosità

Gli speroni nel cane: un retaggio evoluzionistico

speroni nel cane

Avete mai notato che sulle zampe di Fido sono presenti dei “monconcini” provvisti di unghie?

Si tratta degli speroni, il residuo di un’evoluzione vissuta dagli antenati del cane (e del lupo): quando questi canidi primordiali iniziarono a specializzarsi nella corsa alcune caratteristiche fisiche presero a mutare.

A cambiare furono soprattutto gli arti: sono rimaste tre dita, mentre il primo (alluce) nelle zampe posteriori è completamente sparito e in quelle anteriori si è tramutato in un moncone che non tocca mai il suolo.

Questa conformazione ha reso lupi e cani particolarmente abili nella corsa, anche se ha peggiorato la loro capacità di arrampicarsi: tuttavia, questo cambiamento è stato essenziale per la sopravvivenza dei canidi.

Gli speroni nel cane domestico

Nel cane domestico si assiste però a un fenomeno che a primo acchito potrebbe sembrare un controsenso: la presenza degli speroni sia sulle zampe anteriori che posteriori.

In considerazione del fatto che il cane di casa è evolutivamente più recente rispetto al lupo si dovrebbe supporre la scomparsa totale dello sperone, e tuttavia interviene in questi casi un processo noto come neotenia.

Esso consiste nella conservazione di alcune caratteristiche morfologiche e psichiche dello stato infantile che permangono anche quando l’animale diventa adulto e pronto alla riproduzione.

Ebbene, la morfologia del cane rivela molti di questi segni “infantili” come le orecchie cadenti di molte razze, la fronte rotonda, le zampe corte ma anche l’obbedienza, la giocosità ecc.

Pare che ad attivare tale processo sia stata l’azione selettiva dell’uomo, che ha fatto riaffiorare alcune caratteristiche fisiche che il lupo stava perdendo… e gli speroni erano tra questi.

In passato molti allevatori avevano l’abitudine di rimuovere gli speroni, adducendo scusanti come l’intralcio che provocherebbero durante le corse nell’erba alta: in realtà si tratta di una forma di “abbellimento” in quanto molti standard non prevedevano gli speroni.

Oggi, fortunatamente, la legge vieta qualsiasi mutilazione ingiustificata, come quella degli speroni che non comportano alcuna problematica, tranne quando le unghie che vi fuoriescono diventano troppo lunghe e possono provocare lesioni o impigliarsi, provocando la rottura degli stessi.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
3.75 / 5 (4 voti)