Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Terrorizzata dai fuochi d’artificio, sparisce ma poi torna a casa suonando il campanello 

storie di cani

santevet

Quella che stiamo per raccontarvi è la storia di Rajah, una cagnolina di appena 18 mesi, terrorizzata dai fuochi d’artificio sparati dal suo vicino di casa e scappata via.

I suoi umani, non appena si sono resi conto della fuga di Rajah, hanno cominciato le ricerche. «Era in giardino insieme al nostro altro cane. Il vicino ha sparato dei fuochi d’artificio e io sapevo che Rajah si sarebbe spaventata così sono corsa da lei ma non c’era già più», ha raccontato la sua umana Mary Lynn.

Hanno bussato alle porte di tutti, scandagliato la zona, senza trovare nulla. Avevano ormai perso le speranze quando hanno sentito il campanello di casa suonare. Aprendo la porta, si sono trovati davanti proprio Rajah.

«Non so neppure come abbia imparato a farlo, non gliel’ho mai mostrato − ha detto Mary Lynn − Ryan l’ha immediatamente fatta entrare ed eravamo felicissimi che fosse tornata. È stato assurdo, non riuscivamo a smettere di ridere», ha raccontato la coppia.

La scena è stata completamente ripresa dalla telecamera di videosorveglianza posta all’ingresso dell’appartamento ed è stata immediatamente condivisa sui social.

Credits: Youtube @Swns

 


Iscriviti alla Newsletter di Dog.it per restare sempre aggiornato sul mondo del cane: storie, appelli, richieste di adozione, nuovi prodotti pet e offerte riservate ai nostri lettori!

Leggi anche:

Clochard muore, il suo cane si rifiuta di separarsene

Monica Nocciolini

Piange e abbaia, il cane era rimasto intrappolato in una grotta

Monica Nocciolini

“Non lasciarmi solo, ti prego”. Cucciolo salvato dalla strada si commuove e dispensa abbracci 

dogitpanel

Si perdono sui monti e l’uomo muore. Il cane ne veglia il corpo per 11 settimane

Monica Nocciolini

Questo bambino si presenta a casa con un nuovo compagno di giochi.

aggiornamenti

Firulais, il cane nero che aveva assistito il suo papà umano in fin di vita all’ospedale ha oggi una nuova famiglia

aggiornamenti