Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

“Mai più come Lea”, la Giornata contro la malsanità veterinaria

Una segugia mite, tenera. Roberto Marchi l’aveva ‘ereditata’ dal suo papà. Un regalo meraviglioso, ha sempre affermato lui. Lea però è malata. Insufficienza renale preterminale, è la diagnosi che non le lascia scampo emessa da due veterinari.

Ma c’è un terzo medico che non concorda, e che attribuisce le sofferenze della cagnolina a un’infezione uterina. Andrebbe asportato l’utero, secondo lui. Marchi si fida. Dinanzi a una chance di salvare Lea, tenta il tutto per tutto. L’intervento chirurgico è lungo. Due giorni dopo, Lea muore.

Il signor Marchi non si dà pace. Possibile? Chiede quindi di fare l’autopsia sul corpicino martoriato della segugia, e da lì si rilevano incongruenze rispetto alla cartella clinica. Tra le giustificazioni accampate dal professionista e le perplessità del proprietario, ecco che inizia un contenzioso legale.

Soprattutto, però, nel nome di Lea inizia una campagna contro la malasanità veterinaria. Che esiste, proprio come per gli umani, ma è meno conosciuta. Dal 2012, quando Lea se n’è andata, nell’anniversario della sua morte – il 4 febbraio – si celebra la Giornata contro la malasanità veterinaria. Perché non ricapiti. “Mai più come Lea”, è il motto della giornata.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
4.14 / 5 (7 voti)

Leggi anche:

Con la testa incastrata nel globo di un lampadario, brutta disavventura per un cane randagio

Monica Nocciolini

Senza tetto, tanto cuore: l’uomo buono salva la vita a 6 cuccioli

Monica Nocciolini

I suoi cani litigano, per separarli ne uccide uno a fucilate. Condannato

Monica Nocciolini

Cane al volante, pericolo costante: yorkshire sul pick-up finisce nel lago

Monica Nocciolini

Coronavirus, la psicosi che uccide. In Cina cani giù dalle finestre, è strage

Monica Nocciolini

Oca con le sue ali abbraccia e riscalda un cucciolo abbandonato che ha perso la mamma

dogitpanel