Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers

Storie

“Il nostro cane non gioca abbastanza, ce lo uccidete per cortesia?”

“Il nostro cane non gioca abbastanza, così lo abbandoniamo. Ce lo uccidete per cortesia?” Povero piccolo Simba, protagonista di questa storia raccontata da The Animal Club anche attraverso un video su YouTube e accaduta nel 2016. Nella sfortuna di essersi imbattuto in proprietari così insensibili, il cagnolino ha avuto una nuova chance grazie ai volontari che lo hanno accolto nel centro di recupero Sidewalk Specials di Cape Town, in Sud Africa.

Gli specialisti non ci hanno messo molto a capire perché il cane non sprizzava allegria da tutti i pori. Era malato e sofferente. Punto da una zecca, aveva la febbre altissima e solo il 50% di possibilità di farcela, ormai divorato com’era dalla malattia. Le cure per Simba, però, sono arrivate nel momento giusto. Il cagnetto ha iniziato a migliorare e a riprendersi.

Durante la terapia ha trovato una famiglia che lo ha ospitato insieme all’altro cane di casa, che gli ha fatto da tutor per tutto il tempo insegnandogli anche a giocare, correre, gioire, vivere insomma. Simba ha recuperato la salute e le forze. E a quel punto sì che aveva voglia di divertirsi.

Il rifugio gli ha presto trovato una famiglia. La famiglia perfetta. Lo avevano abbandonato a morire, ora vive felice e sereno con persone che lo adorano. E gioca nel cortile di casa correndo su e giù come un matto.

Leggi anche:

In Messico la stazione di servizio che sfama i cani randagi

Monica Nocciolini

Con la testa incastrata nel globo di un lampadario, brutta disavventura per un cane randagio

Monica Nocciolini

Le rubano il cane mentre insieme fanno jogging poi fuggono in auto

Monica Nocciolini

Nel nome di Hachiko: in Giappone l’8 marzo si celebra la fedeltà del cane

Monica Nocciolini

A spasso nel campo da golf cane ingoia 26 palline e finisce operato d’urgenza

Monica Nocciolini

Mosley, il cane dal muso storto: la sua commovente adozione

redazione