Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Dall’Ucraina in arrivo ben otto cuccioli che cercano una nuova famiglia

cuccioli ucraina

Questa storia ci giunge direttamente dall’Ucraina, paese in conflitto dal quale da pochi giorni sono arrivati ben otto cuccioli, in attesa di essere accolti dalle famiglie italiane.

Ebbene sì, non sono solo donne e bambini a necessitare di un alloggio, ma anche i cani che, allo stesso modo, scappano impauriti dalla guerra.

“Quando hanno fatto il loro arrivo, erano al collasso. Avevano fame, ma non erano denutriti. Contro ogni pronostico, considerato il viaggio che hanno compiuto tra tre diversi paesi, erano in buone condizioni. Nelle prossime ore verranno visitati dall’Asl che ci comunicherà il protocollo sanitario da seguire” ha riferito il presidente della della Sezione Enpa di Verona, Romano Giovannoni.

I cuccioli hanno tutti un’età compresa tra i due e i tre mesi e mezzo. Appena giunti in Italia sono stati sistemati in box riscaldati e rifocillati.

Occorre naturalmente il via libera dell’ASL prima di poterli dare in adozione, anche se l’associazione ha fatto sapere di aver già ricevuto molte richieste da parte di famiglie italiane desiderose di accoglierli.

“Siamo felici per aver contribuito ad alleviare la sofferenza degli animali, anche loro vittime di questa situazione” ha continuato Giovannoni.


Iscriviti alla Newsletter di Dog.it per restare sempre aggiornato sul mondo del cane: storie, appelli, richieste di adozione, nuovi prodotti pet e offerte riservate ai nostri lettori!

Leggi anche:

Il suo cane è pronto a volare sul ponte dell’arcobaleno: ragazza di 20 anni saluta per sempre il suo migliore amico

aggiornamenti

Paralizzato e triste: chiede aiuto per strada, ma nessuno lo soccorre

aggiornamenti

Ecco il video del cucciolo di Komondor diventato famoso con 19milioni di visualizzazioni

dogitpanel

Il cane ha tre zampe ma non lui non lo sa. E’ Garpez: “Disabile a chi?”

Monica Nocciolini

Per Elegance la vita vera inizia nel canile: da cane segregato a occhioni gioiosi

Monica Nocciolini

“Se non mi avesse svegliato sarei morto”. Cane salva il suo papà umano da un infarto

dogitpanel