Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Comportamento Curiosità

Perché il mio cane sembra triste di continuo?

Possibile che il mio cane sia sempre mesto e malinconico?

La risposta è che sì, è possibile.

E si tratta di una questione genetica, come diremo meglio in seguito.

Ma la prima cosa che ci preme sottolineare è che in taluni casi un atteggiamento infelice, soprattutto se poco frequente nel vostro amico a quattro zampe, potrebbe essere segno di una sofferenza.

Tanto fisica, quanto emotiva.

Dunque, se Fido vi appare insolitamente letargico e privo di energia, o se mostra segni di dolore, bisogna consultare il veterinario.

A parte questi casi, se ti chiedi “perché il mio cane sembra triste di continuo”, prova a leggere questo articolo…

Il mio cane sembra triste sempre: ragioni genetiche del “broncio”

Orecchie cadenti, labbra imbronciate, occhi spenti e un atteggiamento adombrato.

È scontato che se il tuo peloso mostra quest’aspetto ti convinca di essere un cane triste.

Ebbene, a parte la precisazione fatta prima –che cioè l’astenia potrebbe essere sintomo di una patologia- è anche possibile che un animale sia effettivamente triste.

È chiaro però che si tratti di uno stato d’animo momentaneo.

Se invece la sensazione è che quegli “occhi tristi” non si rallegrino mai la questione, come preannunciato, potrebbe essere genetica.

Quando l’uomo ha iniziato ad allevare i cani in modo selettivo, ha alterato notevolmente anche il suo aspetto estetico.

E a volte, senza farlo intenzionalmente, i cani hanno finito con l’assumere una faccia triste anche senza essere depressi.

“Tristezza” del cane: un comportamento appreso o una “lettura distorta”

Tuttavia ci sono anche altre chiavi interpretative dell’umore di Fido.

La prima si basa sul comportamento appreso.

Essendo Fido una creatura intelligente e sensibile, potrebbe aver imparato che ad un certo comportamento corrisponde una reazione.

Così se si tratta di un animale alla ricerca di costante attenzione, potrebbe aver compreso che apparendo “triste” la ottiene.

Questo lo spinge a replicare la condotta.

Secondo un’altra posizione alla base di tutto ci sarebbe un errore di interpretazione.

Ad esempio, quando il nostro cane ci guarda dal basso in alto con le orecchie all’indietro e gli occhi che fissano intensamente i nostri, possiamo pensare che sia triste.

In realtà, un cane tira indietro le orecchie in risposta a una persona che guarda e parla con lui.

Alcuni cani possono anche abbassare leggermente la testa o aprire la bocca.

Ma anche in questo caso si tratta di una risposta normale, da non interpretare come tristezza.

In buona sostanza, si tratterebbe di una cattiva lettura del linguaggio corporeo del cane.

Molto interessante anche il punto di vista secondo cui sarebbe la nostra percezione ad essere in qualche modo “distorta”.

Ad esempio, se ci sentiamo tristi e in colpa perché siamo molto occupati in altre faccende e non riusciamo ad occuparci di Fido come vorremmo, questo potrebbe “tradursi” nella tristezza che vediamo nei suoi occhi.

Come fare ad evitare che il nostro senso di colpa ci induca in errore?

Un modo potrebbe essere tenere un diario fotografico.

Confrontate uno scatto successivo ad un’esperienza “felice” -come una passeggiata o una sessione di gioco-, quando il cane si riposa tranquillamente.

Ebbene, vi sembrerà “triste”. Ma in realtà non lo è.

Dunque, bisogna essere razionali anche quando ci si chiede “perché il mio cane sembra triste di continuo?”

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)
error: © copyright dog.it