Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Addestramento Comportamento Educazione Prevenzione

Parco per cani: anche qui la buona educazione deve farla da padrona!

Quando la bella stagione arriva la voglia di stare all’aperto esplode.

Anche in compagnia del fidato amico.

Ben venga dunque la frequentazione di aree verdi a loro dedicate.

Che possono spaziare dal “semplice” spazio pubblico al vero e proprio parco giochi per cani, dotato di piscine, percorsi di agility, attrezzature specifiche (magari dedicate alla preparazione atletica).

A prescindere da questo, il rischio che qualcosa vada storto è sempre e comunque in agguato.

È dunque indispensabile rispettare delle regole, poche ma essenziali, e adottare dei comportamenti, da parte del padrone e del cane, che evitino che una bella esperienza al parco per cani possa trasformarsi in una brutta avventura…

Le norme fondamentali per godere tutti di un parco per cani

Ricordiamoci che stiamo parlando di un luogo pubblico: la nostra libertà finisce dove comincia quella dell’altro!

Ecco perché rispettare alcuni precetti è sinonimo di civiltà:

  1. salvaguardare la salute: il cane per accedere al parco deve essere in buona salute e possedere tutte le vaccinazioni obbligatorie, al fine di garantire sé stesso e i suoi simili. Anche una malattia non grave ma contagiosa dovrebbe essere un deterrente ad entrare in contatto con gli altri cani, e a frequentare luoghi come quello in oggetto
  2. educare: il cane dovrebbe quanto meno essere capace di rispettare i comandi del padrone, in modo non solo da non arrecare disturbo agli altri padroni, ma da minimizzare i “brutti incontri” e le “cattive interazioni” con altri cani
  3. raccogliere le deiezioni: ricordiamo che si tratta di un obbligo (legge del 2009), eppure ovunque in Italia, e negli spazi verdi pubblici ancor di più, i padroni raramente raccolgono, mentre anche qui bisogna premunirsi di paletta e bustine
  4. osservare: all’entrata del parco studiate il comportamento degli altri cani prima di mollare il guinzaglio, perché è importante che sia il vostro animale che gli altri appaiano tranquilli e disposti all’interazione. In caso contrario allontanate lentamente il vostro cane dall’altro finché la situazione non si normalizza o prendete in considerazione l’idea di non entrare affatto
  5. supervisionare il comportamento del proprio cane: se è vero che non è il caso di essere iperprotettivi nei confronti del proprio animale quando si trova fra i suoi simili, è vero anche che non bisogna essere negligenti. Senza un minimo di supervisione Fido potrebbe provocare fastidiosi problemi ad altri cani e ai relativi padroni

Parco per cani: un’ultima norma

Un’ultima regola vogliamo segnalare.

Che è anche una dritta per tutti i proprietari.

È quella di valutare gli avvicinamenti.

Vale a dire che non tutti gli incontri sono “giusti”!

Il gioco è un’attività naturale e spontanea fra cani rilassati, fatto di azioni non pericolose, come abbaiare, ringhiare un po’, darsi colpetti con le zampe, rincorrersi, annusarsi.

Ma uno dei due o entrambi i cani potrebbero iniziare a “prendere sul serio” il gioco e a sentirsi minacciati.

Qualora questo dovesse accadere è necessario prendere il controllo della situazione e allontanare il proprio cane dall’altro, chiamandolo o tirandolo via se la situazione degenerasse e il cane non rispondesse al comando.

Se invece ad avvicinarsi sono due cani di età differente, è possibile che il più anziano diventi aggressivo nei confronti del giovane, mostrando i denti, abbaiando, ringhiando.

Finché la situazione non degenera nella lotta, non c’è nulla di cui preoccuparsi.

Il più anziano sta solo mostrando all’altro che bisogna rispettare spazi e segnali onde evitare qualcosa di brutto.

Qualora ad avvicinarsi fosse un branco, che interagisse in modo minaccioso col cane o addirittura finisse per inseguirlo, sarebbe giunto il momento di intervenire con tempestività, richiamando il proprio amico e portandolo in un’altra area del parco.

Alla fine, attenendosi a queste norme, un parco per cani diventerà un’oasi non solo per Fido, ma anche per voi, che potrete godere della sua compagnia in modo tranquillo e rilassato.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
0 / 5 (0 voti)
error: © copyright dog.it