Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

Napoli piange Armando, l’uomo dei cani. Per gli orfanelli con la coda scatta la gara di solidarietà


Tutti, nell’antico e popolare quartiere di Forcella a Napoli, conoscevano Armando Leanza e i suoi sette cani. L’uomo, 60 anni e disabile totale, viveva con la compagna e i suoi animali in un basso di proprietà del Comune di Napoli in una condizione di semiabusività.

Ebbene: Armando si è spento. Le patologie che lo affliggevano da tempo hanno preso il sopravvento portandoselo via. Oltre alla signora Rosanna, rimangono i suoi cani. Che fare? Grande cuore di Napoli, ecco che un vicolo dopo l’altro è iniziata la gara di solidarietà per evitare il canile agli amici pelosi di Armando, che lui chiamava “figli”.

Tutti e sette in quel piccolo appartamento di vico delle Zite, dove per altro il signor Armando era in odor di sfratto, non possono rimanere. Tre di loro sono stati adottati dalla compagna di lui che era noto come “l’uomo dei cani”, e dalla famiglia di lei. Per gli altri quattro, i cittadini hanno avviato una mobilitazione che vede in prima linea la consigliera comunale Laura Bismuto.

Proprio lei, con il supporto di una rete animalista, ha trovato una struttura in provincia di Salerno disposta ad accogliere i quattro cani al momento senza famiglia. Niente gabbie, tante attenzioni e semi libertà anche per esemplari di grossa taglia. Sarebbe il posto perfetto per i cagnoloni orfanelli di Armando. I costi? Passaparola solidale tra i vicoli e i social stanno facendo il miracolo. L’ultimo regalo a Armando, dicono i suoi concittadini.

Photo: Facebook – Armando Leanza

Le migliori tariffe per i nostri lettori. Risparmio Assicurato

Per tutti i lettori di Dog.it le migliori tariffe per viaggi vacanza o viaggi di affari

 

Leggi anche:

Tre settimane senza cibo né acqua, due cani sopravvivono alla morte del loro umano

Monica Nocciolini

Gattino investito, il cane accorre e cerca di rianimarlo

Monica Nocciolini

I figli lo hanno deluso, il cane no. E l’uomo lo nomina suo erede

Monica Nocciolini

Ristoratore dal cuore tenero prepara un pasto per ogni cane randagio che si presenta al locale

Monica Nocciolini

Treni fermi per salvare il cane ferito sui binari

Monica Nocciolini

Il cane cieco Spike in rifugio trova il gatto guida Max. Sono inseparabili

Monica Nocciolini