Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Storie

La passeggera del Titanic che rifiutò di salvarsi pur di non separarsi dal suo cane

storie di cani

Tutti conosciamo la storia del Titanic, la grande nave che nell’aprile del 1912 si scontrò contro un iceberg, determinando la morte di tantissimi passeggeri.

Una di queste, Ann, fu sistemata in una scialuppa di salvataggio per evitarne la morte.

Nelle scialuppe di salvataggio, tuttavia, i cani non erano ammessi, per cui Ann decide di ritornare sulla nave per ricongiungersi con il suo adorabile amico.

A causa di questa decisione terribile, Ann e il suo cane persero tragicamente la vita, e infatti tra i corpi ritrovati galleggianti nell’Oceano Atlantico fu rinvenuto proprio quello di una donna che stava abbracciando il collo di un cane.

Nonostante non vi siano prove che quel corpo appartenesse proprio ad Ann, non vi sono altrettante prove che contraddicano i fatti.10

Nell’immane tragedia morirono nove cani, considerando naturalmente quelli registrati, mentre sopravvissero due cani pomeriani e un pechinese.

Credits: Gavin Bell/Enciclopedia Titanica

 

Leggi anche:

Investono il cane al guinzaglio sulle strisce e scappano

Monica Nocciolini

Il marito la maltratta, il cane per difenderla busca quattro coltellate

Monica Nocciolini

Salva un cane per strada: “Voglio che la mia bimba impari”

Monica Nocciolini

Tutti pazzi per il cane-unicorno Rae, un solo orecchio a punta in cima al capo

Monica Nocciolini

Rame e Zinco di nome, nasi d’oro di fatto: due segugi ritrovano il bimbo autistico perso nel bosco

Monica Nocciolini

La storia di Bear, abbandonato da cucciolo oggi è un eroe che salva koala dagli incendi

dogitpanel
error: © copyright dog.it