Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Notizie

Torna il ‘cane che canta’, avvistato primo esemplare dopo 50 anni

Lo credevano scomparso. Per lo meno allo stato selvatico. E invece, dopo 50 anni di silenzio, è stato avvistato un esemplare di cane cantore della Nuova Guinea , chiamato così per la sua capacità di produrre armonie combinando abbai e ululati. La notizia della scoperta è stata diffusa dal Daily Mail per poi fare il giro delle principali testate.

Finora di questo cane erano conservati in cattività meno di 300 capi, e gli scienziati li ritenevano gli unici. Invece una piccola muta è stata vista transitare sulle colline indonesiane. Un prelievo di Dna comparato con quello degli esempari in cattività ha fugato ogni dubbio: sono proprio cani cantori della Nuova Guinea.

La specie non era più stata avvistata in natura fin dal 1970 dopo la codifica risalente al primo studio nel 1897. Prende il suo nome dall’emissione vocale unica, descritta dagli esperti come “ululato del lupo con accenti del canto delle balene”. Ma la differenza non è solo nel vocalizzo. Questo cane fa parte della specie del Canis lupus familiaris ma detiene varianti genomiche uniche rispetto agli altri cani oggi conosciuti.

 

Ti è stata utile questa lettura?

 
Le opinioni dei nostri lettori sono importanti per noi. Se hai ritenuto interessante questa lettura, ti invitiamo a darci un voto semplicemente cliccando sulle stelle che seguono.
 
4.33 / 5 (3 voti)

Leggi anche:

Ubriaco, si scaglia contro il cane della ex. Denunciato

Monica Nocciolini

“Addio al cane Lapo”, la Croce Rossa di Follonica in lutto per la perdita del volontario a quattro zampe

Monica Nocciolini

Aveva ucciso il suo cagnolino perché abbaiava: condannato a 2 anni di carcere

Monica Nocciolini

Chi passeggia di più col cane? Inglesi campioni d’Europa

Monica Nocciolini

Fase2 anche per le adozioni dai canili: le associazioni chiedono lo sblocco

Monica Nocciolini

Un canile nell’area sottratta alle mafie, a Statte partito il cantiere del riscatto

Monica Nocciolini