Dog.it | Portale dedicato al mondo del cane e ai dog lovers
Cura Igiene Salute

Ozonoterapia per cani

Quando parliamo di ozonoterapia per cani ci riferiamo ad una terapia medica che si basa su una miscela di ozono e ossigeno, il cui scopo è rivitalizzare i tessuti dall’invecchiamento.

Da qualche tempo si è deciso di estendere questo genere di cure anche agli amici a quattrozampe.

Vediamo dunque quando è consigliata l’ozonoterapia per cani…

Cos’è e a cosa serve l’ozonoterapia per cani

Sono solo i medici veterinari a poter realizzare questo tipo di trattamenti, per due motivi fondamentali:

  1. l’ozono è un gas che, ad alte concentrazioni, è irritante per la pelle e per le mucose (oltre che essere instabile ed esplosivo allo stato liquido): questo equivale a dire che per il suo impiego non ci si può improvvisare
  2. l’ozono prodotto da macchinari speciali va impiegato subito, visto che dopo pochi minuti si trasforma in ossigeno e perde la sua reattività.

Detto questo però, è anche vero che si tratta di un antibatterico, antiparassitario e antinfiammatorio naturale, che può essere impiegato efficacemente nella gestione di molte malattie della pelle.

Infatti nel cane è indicato per:

  1. ridurre la sovra crescita batterica cutanea
  2. stimolare la circolazione sanguigna e quella linfatica
  3. disinfettare le ferite e gli eczemi
  4. tonificare la muscolatura
  5. diminuire la tensione nervosa e indurre un effetto rilassante.

Per questi motivi molti medici veterinari raccomandano in certi casi di alternare le cure tradizionali ai trattamenti all’ozono.

La sinergia tra le due terapie consente guarigioni più rapide rispetto a quelle avute con il solo trattamento curativo.

Ad esempio bagni con acqua ozonizzata, idromassaggio con ozono disciolto, e prodotti specifici stimolano la rigenerazione dei tessuti e dei muscoli, favorendo la cicatrizzazione e la circolazione.

Per cui il loro impiego risulta interessante in cani con problemi dermatologici come:

  • piodermiti
  • malassezia
  • irritazioni cutanee
  • seborree
  • pruriti
  • arrossamenti
  • forfora.

“Cure di bellezza” all’ozono

Sebbene le parole possano sembrare simili, è bene sempre distinguere l’ozonoterapia dal trattamento all’ozono o con acqua ozonizzata.

Questi ultimi due vengono:

  • svolti nei centri di toelettatura
  • effettuati con acqua ozonizzata mediante l’uso di particolari apparecchiature e consistono nel miscelare l’ozono all’acqua o all’aria con dei macchinari già preimpostati alle percentuali minime di tollerabilità fisiche
  • realizzati da toelettatori, in quanto l’ozono viene diffuso superficialmente e non internamente all’animale.

I trattamenti di bellezza che sfruttano questa molecola:

  • aiutano a sciogliere i nodi e ne prevengono la formazione
  • rimuovono il pelo in muta agevolandone la naturale ricrescita
  • tolgono il grasso
  • ridonano colore e morbidezza al manto.

Insomma, per tutte queste caratteristiche benefiche l’ozonoterapia per cani e i trattamenti a base di ozono rappresentano un validissimo aiuto per i nostri amici a quattro zampe…

Leggi anche:

Cani anziani: ecco 5 cose che dovresti sapere

dogitpanel

Quanto tempo deve dormire un cane?

dogitpanel

Natale e cani: consigli per le feste…

Giuseppina Russo

Anasarca fetale nel cane

Giuseppina Russo

Rumori che danno fastidio ai cani: spesso trascurati quelli domestici…

Giuseppina Russo

Emergenza coronavirus: si può portare il cane a spasso?

Giuseppina Russo